Nina Moric: “Per curare la mia malattia ho scelto il pellegrinaggio a Gerusalemme”

«È inutile avere un involucro bello ed essere vuote dentro», confessa la modella. «Questo viaggio spirituale mi aiuterà ad affrontare il nuovo anno nel segno della fede» E’ tornata la meraviglia di un tempo. Oltre ad aver ritrovato il viso che ha fatto impazzire tutti gli uomini nel 1999 nel video clip con Ricky Martin. Martin, Nina Morie ora ha una nuova luce negli occhi. Se per tanti anni la modella croata ci ha abituati all’immagine di una donna bellissima ma provata dall’abuso dei lifting, ora la vediamo completamente rinnovata e in una forma smagliante. A Nuovo racconta della sua rinascita fisica e spirituale, cominciata con un viaggio che l’ex di Fabrizio Corona ha fatto durante le feste. «Sono andata a Gerusalemme con la parrocchia San Feliciano insieme a mia madre, a mio figlio e a tante altre persone. Nessun lusso, nessuna comodità. È stato un viaggio spirituale. Ne avevo bisogno. Sono molto attenta alla cura del mio corpo, ma adesso ho anche la necessità di pensare alla mia anima. È inutile avere un involucro bello e, dentro, essere vuote», racconta Nina. «Ora finalmente rivedo me stessa»» Sei in una forma strepitosa. Il tuo volto è di nuovo quello della Morie dei tempi d’oro. Che cos’hai fatto per tornare così bella? «Quest’estate ho deciso di affidarmi a un bravo chirurgo che ha avuto la pazienza di togliermi tutto l’acido ialuronico dal viso. Questa sostanza mi aveva deturpato il volto. Ora mi sento me stessa. E ogni volta che mi guardo allo specchio vedo la mia vera immagine». A proposito di ritocchini, tutti si erano chiesti come mai una ragazza bella come te avesse voluto sfidare la natura che era stata generosa… «Il lavoro, l’ambiente… Il ricorso continuo ai ritocchini era semplicemente dettato dalla mia esigenza di voler rimanere bella e perfetta a tutti i costi. Oggi ho 36 anni e non voglio dimostrarne 20. Certo, mi piace mantenermi in forma, vado in palestra. Ho avuto il dono di avere un aspetto gradevole e sono felice di questo». Quindi, se tornassi indietro, li faresti di nuovo tutti questi ritocchini? «Premetto che non sono contraria in linea di principio alla chirurgia estetica. Ma i dosaggi devono essere equilibrati. Io non faccio testo perché ho esagerato e abusato, pagandone le conseguenze. Se penso ai soldi che ho speso per farmi gli interventi e poi per togliermi l’acido dal viso…». «Non farò mai più un lifting!» Alla luce della tua esperienza, qual è il messaggio che ti senti di dare alle ragazzine e, in generale, alle donne che hanno la mania di rifarsi? «Quando si è giovani non c’è bisogno del ritocchino, perché qualsiasi mano rischia di fare danni. Io sono giunta a una conclusione: voglio essere una cinquantenne che somiglia a una cinquantenne, in una forma strepitosa ma naturale. Non mi farò mai più un lifting!». Parliamo di lavoro. Ora di cosa ti stai occupando? «Voglio lanciarmi nella moda insieme a un mio caro amico stilista. Cavalco le passerelle dal 1996, ne capirò qualcosa, no? Ci sono tante mie colleghe che hanno creato una propria linea fashion. Vorrei fare qualcosa che ricalcasse il mio stile, quindi vestiti femminili, sexy, accessibili a tutte le donne e a prezzi moderati». In questi anni su di te è stato scritto di tutto. Che cosa ti ferisce o ti ha ferita di più? «Quando sui giornali mi attribuiscono certe dichiarazioni in cui non mi riconosco affatto. Lo so che sono un personaggio dello spettacolo e tutto questo interesse e questa curiosità intorno a me fanno solo parte del gioco. Ma non sono un’alcolizzata e non sono mai stata in coma etilico. Definire “ubriacona” la mamma di un bambino di dieci anni quando invece non è affatto vero, è offensivo». A proposito di tuo figlio Carlos, anche lui si è accorto del tuo cambiamento? «Be’, io sono certamente più serena e con lui sono molto premurosa. Naturalmente, esbire il seno una mamma ancora giovane, non rimango chiusa in casa perché ho la mia vita. Ma posso dire che tutte le mattine accompagno Carlos a scuola e tutte le sere vado a letto alle 22.30 con lui. Dormiamo abbracciati ed è lui il mio unico uomo! L’altro giorno gli hanno chiesto chi fosse la sua fidanzata e lui ha risposto: “La mia mamma!”. Voglio vedere se risponderà così quando avrà 25 anni…». Con Fabrizio è tornato il sereno allora? «Ormai siamo due fratelli». Non ci potrebbe mai essere un ritorno di fiamma tra voi due? «Impossibile immaginarlo, perché non c’è passione da parte di entrambi. Gli voglio un bene dell’anima, però vedo Fabrizio come un bambino. Mi sento la sua sorella maggiore. Anzi, la sua mamma che deve seguirlo perché spesso fa qualche cavoiata. Ormai ho due figli a casa: Carlos e lui!». ««Adesso sono sulla buona strada» Per il 2013 cosa ti aspetti? «Una rinascita. E sono sulla buona strada. Sto cambiando l’arredamento della casa, mi lascio finalmente dietro separazioni, fidanzati, vecchie storie. Vai con una nuova vita!». Il tuo viaggio a Gerusalemme si può considerare l’inizio di un percorso di fede? «Io non ho mai perso la fede. E questo mi aiuterà nel mio nuovo anno».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Plugin from the creators ofBrindes Personalizados :: More at PlulzWordpress Plugins