Kate Middleton, Carlo avverte: “Non puoi impedirmi di vedere George”

Sembra proprio triste, Carlo d’Inghilterra. Non corre certo buon sangue tra lui e i genitori di Kate Middle-ton, nonni materni di George. Questa circostanza lo mette in difficoltà nei suoi rapporti col piccolo. «Non mi fanno mai vedere mio nipote», si lamenta il principe attraverso un tabloid inglese, accusando Carole e Michael di monopolizzare la vita del bambino.

Non solo. Carlo sarebbe addirittura sull’orlo di una crisi di gelosia, perché suo figlio William passa tutto il tempo con i suoceri, piuttosto che con lui e Camilla. C’è di più: in attesa dell’arrivo del secondogenito, che dovrebbe nascere tra meno di un mese, Will e Kate hanno deciso di ospitare in casa i Middleton: lei vuole il loro aiuto, soprattutto ora che ha deciso di non assumere una nuova tata per il suo secondo bebé.kate-middleton-george--a

Secondo l’erede al trono, quindi, quella che lui chiama la «marcia dei Middleton» sta guadagnando sempre più terreno e la mamma di Kate la fa da padrona persino in casa di suo figlio.. Per questo motivo, a due anni dalla nascita del nipotino, Carlo ha deciso di vuotare il sacco e così punta il dito proprio contro Carole: «Si comporta come se fosse la regina!», attacca. E aggiunge che sarebbe proprio lei a gestire la vita di George nei minimi dettagli: dall’orario

delle pappe a quello della nanna. Un’egemonia che il premuroso nonnino non può più tollerare.

Ad aumentare l’attrito tra le famiglie c’è anche il rapporto tra Carole e Camilla, moglie di Carlo, che non è mai stato idilliaco. Da un lato la duchessa di Cornovaglia, che dieci anni fa ha sposato il principe in seconde nozze, dopo la morte di Diana, non giudica l’ex hostess all’altezza della vita di corte; dall’altro la  mamma di Kate guarda la matrigna del genero con diffidenza e si considera l’unica vera-nonna di George. Sono dissidi che pesano molto sulle spalle dell’erede di Elisabetta, che invece, mai come adesso, avrebbe assai bisogno dell’appoggio di tutta la sua famiglia.

Perché da quando è uscita la biografia su di lui, Charles – The heart of a king (Carlo – Il cuore di un re), scritta dalla giornalista americana Catherine Mayer e mai autorizzata dalla casa reale, il principe è al centro dell’ennesima discussione sulle sue capacità di regnare o meno. Nel libro Carlo è descritto come «poco adatto» a indossare la corona: sarebbe troppo interessato alle mosse politiche del Parlamento. Ma la regina, che al contrario ha sempre tenuto comportamenti imparziali sul fronte della politica, ha fatto sapere di «avere la totale fiducia in lui», tentando di zittire le critiche.

In realtà, però, di successione al trono ancora non si parla. Ed Elisabetta, che compirà 89 anni il 21 aprile, cerca di tenersi stretto il titolo più a lungo possibile. I segnali sono molto evidenti. Fonti interne a palazzo hanno fatto sapere che la regina ha addirittura detto basta alla sua passione per i cani: non ne adotterà più. La paura di inciampare mentre li porta a spasso è forte e la sovrana non vuole rischiare di rompersi una gamba e restare a lungo lontana dal trono: se dovesse accadere sarebbe il figlio a doverla sostituire. Per questo Elisabetta ha rifiutato l’arrivo di due vivaci cuccioli che le voleva regalare la nipote Beatrice, figlia di Andrea e di Sarah Ferguson.

Tra i corridoi di corte notizie come questa corrono veloci come il vento. Difficile credere che la fedele Camilla, definita da Carlo «un sostegno enorme», non lo sapesse quando, pochi giorni fa, ha adot Bluebell e Beth: due cagnolini tutto pepe che non vedono l’ora di saltellare proprio tra quei lunghi corridoi. «È ,sempre bello avere al proprio fianco una persona che ti sostiene. E il suo sostegno è enorme, anche perché un p riesce sempre a vede- fai re il lato divertente della vita», ha continuato l’erede al trono, elogiando la moglie che, a quanto sembra, è impaziente di essere incoronata quanto lui. Però anche lei, come il marito, tra i sudditi non gode di simpatia.

Se al suo posto ci fosse Diana, scomparsa nel 1997 in un incidente d’auto a Parigi e a-matissima dal popolo, chissà se Elisabetta avrebbe già ceduto il passo. Probabilmente sì, perché l’affetto della gente è determinante per poter mantenere saldo il potere della monarchia. E questo Kate e sua madre sembravano saperlo perfettamente.

Da quando ha conquistato il cuore di William all’università, l’ex studentessa timida e un po’ in carne ha sempre cercato di essere discreta e umile, senza mai darsi arie. Caratteristiche che si sono rivelate vincenti: ha sposato il rampollo più ambito di Inghilterra ed è diventata pure duchessa,

conquistando con i SSO la semplicità il cuore delle persone. Adesso, viJpB però, mentre è, all’apice della  sua popolarità per l’imminente maternità, Kate rischia un passo falso. Anche se durante la recente cerimonia per il Commonwealth Day è sembrata una nuora affettuosa, allontanare George da Carlo mostrerebbe di lei un lato inedito: quello di una donna che non si fa scrupoli nello strappare un bimbo dalle braccia del nonno paterno. Carlo non aspetta altro per riuscire a bloccare la «marcia dei Middleton». Questa mossa gli basterà per poter diventare, finalmente, il re?

Related Post

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi