Francesco Renga e Ambra Angiolini rivelano il segreto della loro tormentata ma solida relazione

Ho imparato che all’esterno il nostro rapporto appare inspiegabile, per quanto ci chiedano di sapere. Negli anni, grazie a Dio, abbiamo cominciato a rispondere sempre di meno, sino a sparire come coppia». Così l ’ attrice Ambra Angioli -ni, qualche mese fa, parlava della P ad! e sua relazione col cantautore bresciano Francesco Renga.

Insieme da 12 anni e genitori di due bambini, Jolanda, nata nel 2004, e Leonardo, nato nel 2006, per quanto si sforzino di condurre un’esistenza il più possibile normale (vivono a Brescia «in un quartiere che sembra un paesotto, conosciamo tutti, ci scambiamo consigli con i genitori dei compagni dei nostri bambini») e per quanto si sforzino «di sparire come coppia», da sempre compaiono sui giornali, e non solo per le novità legate alla loro vita professionale. Lei il 2 aprile sarà al cinema, diretta da Michele Placido al fianco di Raoul Bova, nel film La scelta, tratto dalla novella di Pirandello L’innesto’, lui, invece, è stato confermato tra i giudici della fase serale di Amici. Ma si parla di loro due anche per l’amore turbolento, costellato da liti, crisi, e voci di scappatelle.1525261-amore_fi

Nel 2011 l’episodio più clamoroso: dopo essere stata fotografata mentre baciava l’attore Pier Giorgio Bellocchio, figlio del noto regista Marco, Ambra ha sfogato la sua rabbia in un’intervista: «Ti trovi sbattuta in copertina, con foto paparazzate e l’insinuazione che hai una storia con un altro. Che non è il tuo compagno e padre dei tuoi figli. Chi se ne frega se questa cosa può minare equilibri già delicati. Chi se ne frega se può distruggere una famiglia. Chi se ne frega se “la storia”, magari, non è mai davvero esistita, o non esiste più. Non sono tenuta a dare spiegazioni a nessuno, se non al mio compagno che le ha già avute. Devo solo poter guardare Francesco negli occhi, e io lo posso guardare». Francesco ha reagito proteggendo Ambra e il giorno dopo l’uscita delle foto, durante un concerto dedicato un brano alla sua compagna «contro gli sciacalli che tentano di minare il nostro rapporto, perché d’amore si tratta». Qualche mese dopo circola la voce di una relazione con Nina Zilli, flirt peraltro mai confermato. Eppure Renga ha da sempre nomea di sciupafemmine che gli resta addosso nonostante le smentite: «Ho fama di Casanova, ma non sono mai stato. Non perché io sia moralmente migliore, sono pigro».

Al di là delle voci delle scappatelle e dei presunti tradimenti, il fatto che loro sia un rapporto burrascoso è cosa certa.

Per esempio nel 2010 Ambra ammette di aver vissuto la crisi del settimo anno: «Ci siamo presi un po’ di tempo e un po’ di spazio, e ora va molto meglio. Siamo più forti di prima. Detto questo, a Francesco non piace quasi niente di quello che faccio. Una pesantezza. Lui mi critica su tutto». Poi nel novembre dello stesso anno, lui svela in un’intervista che Ambra lo picchia:

«I motivi per liti gare sono sempre gli stessi: gli impegni, la lontananza, l’educazione dei figli. Avendo due caratteri forti, tendiamo a scontrarci pesantemente. Ci diciamo cose molto cattive. Ma non ci mettiamo mai le mani addosso. O meglio: io non lo faccio. Lei mena e tanto».

In quella stessa occasione,

Francesco annuncia che entro l’estate successiva lui e Ambra si sarebbero sposati: «Ci siamo decisi». Ma le nozze in realtà non sono arrivate.

Così come non è andata a buon fine la proposta che lui le ha fatto all’inizio del loro amore: «Ambra è rimasta incinta di nostra figlia Jolanda dopo pochi mesi che stavamo insieme. Innamoratissimo, ho pensato subito di sposarla. Per farle la proposta, a Roma, ho prenotato, solo per noi due, il giardino di uno dei migliori alberghi del centro per una cena a sorpresa. Quando finalmente ho tirato fuori l’anello per chiederle di sposarmi, lei non ha detto una parola, è scappata in bagno e si è messa a vomitare. È andata avanti così per tutta la notte. Erano le prime nausee, che poi l’hanno accompagnata fino al parto». Da quella sera poi non hanno parlato mai più seriamente del loro matrimonio fino al 2010.

Poi, chissà perché, anche in quell’occasione le nozze tanto sbandierate sono sfumate di nuovo. E il loro rapporto è andato avanti, come ammette la stessa Ambra, litigando «un giorno sì e uno no». Ma è andato avanti. Forse perché, come dice la Angiolini, «litigare è anche divertente. Non aspiro alla perfezione. Mi spaventa quando sembra tutto a posto. L’idea che questo rapporto sia ancora così sanguigno dopo tanti anni, con momenti bassissimi e poi altissimi, rassicura. Pensi che puoi migliorare e che tutto sia sempre aperto».

Eppure le voci che i due siano sul punto di lasciarsi si rincorrono di continuo. Come quando lui, a Sanremo 2014, ha portato il brano Vivendo adesso, scritto da Elisa, che parlava di un tradimento e della difficoltà di ricominciare, è stato inevitabile che la memoria tornasse al bacio di Ambra a Bellocchio. Ma quella volta è stato Renga a mettere fine alle chiacchiere con una pubblica dichiarazione d’amore: «Non ci importa quel che dice la gente. Senza Ambra e i bambini morirei». E qualche anno prima aveva spiegato: «Ambra mi piace anche quando la odio, tra virgolette. Io tendo a spegnermi quando sono comodo, a eclissarmi. Lei mi tiene sempre acceso, soprattutto quando mi fa infuriare. Per questo a volte cerco il pretesto per lo scontro. Mi diverte dialetticamente, mi tiene allenati i neuroni».

I due insomma sono in perenne conflitto, ma a loro, come ha spiegato Ambra, «va benissimo così»: «Anzi, la nostra è un’isola felice. Quando guardo quello che ho fatto, anche se abbiamo dei momenti in cui non ci ritroviamo, penso che padre migliore per i miei figli non potevo trovare». Non solo. Come ha ammesso Ambra, Francesco è stato l’uomo che l’ha salvata dalla bulimia, «un vuoto che non si riempie mai. Sono uscita dal buco nero quando Francesco mi ha chiesto un figlio. Diventare madre è stata una vacanza dal mio ego. Lui aveva capito tutto, eravamo simili nelle fragilità. In una storia, capita che tutti da fuori vogliano capirci qualcosa, invece, ci sono persone che insieme funzionano».

E che la loro storia, nonostante tutto, avrebbe funzionato, Ambra l’aveva capito fin dal primo istante: «Io ho sempre avuto moltissime insicurezze fisiche. La prima sera che ci siamo visti a casa mia lui si è messo in maglietta e mutande a farmi l’elenco di tutti i suoi difetti. E io ho pensato: se lo sta facendo per me, è l’uomo della mia vita».

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi