One Direction è crisi, Zayn Malik: “Voglio una vita di un ventiduenne normale”

Quando Jack Frusciante, chitarrista dei Red Hot Chili Peppers, abbandonò la band durante un tour, al massimo della popolarità, diede l’ispirazione a Enrico Brizzi per un romanzo, Jack Frusciante è uscito dal gruppo, che divenne il manifesto di una generazione di ventenni. Non sappiamo se l’uscita di Zayn Malik dagli One Direction ispirerà un libro o un film. Di sicuro ha gettato nella disperazione plotoni di adolescenti nel mondo «Voglio una vita da 22enne normale, che ha tempo per sé e se ne può stare lontano dai riflettori». Con questa lapidaria spiegazione postata su Facebook, Zayn ha abbandonato dopo cinque anni la boy-band più famosa del pianeta, quattro album alle spalle e un business da 75 milioni di dollari. Radio 1's Big Weekend - Day 2

«La mia vita con gli One Direction è stata più di quanto potessi immaginare», ha scritto Malik. E poi ha aggiunto, nell’unica intervista al Sun: «Sento che ho deluso i fans, ma non posso continuare. Non ho mai avuto così sotto controllo la mia vita. Ho fatto la cosa giusta per me e per i ragazzi». Una decisione improvvisa, che però era nell’aria. Zayn è sempre stato il più fragile – emotivamente – dei cinque membri della band. Mal sopportava i lunghissimi tour in giro per il mondo, l’essere continuamente osservato e giudicato. Non è mai andato d’accordo con la fama. Zayn ha sempre avuto bisogno di punti fermi, come la fidanzata Perrie Edwards, modella e componente della girl band Little Mix. Nel 2013 ha chiesto la sua mano, ma proprio a causa dei continui impegni del gruppo il matrimonio è stato posticipato più volte. Poi sono arrivate le voci di un presunto tradimento di Malik con una ragazza conosciuta in Tailandia, l’inglese Lauren Richard-son (le foto pubblicate da Lauren sul suo profilo Instagram hanno fatto il giro del mondo). Il cantante non ha più retto. Forse Perrie ha minacciato di lasciarlo, forse ha preteso il suo allontanamento dalla band per salvare la relazione. E ora i fan incolpano la

Edwarrls, come un tempo Yoko Ono fu messa in croce per la rottura dei Beatles. «Zayn ha lasciato per amore», dicono i fan.

Non tutti però, credono che sia questo il motivo. «È probabile che voglia tentare la strada solista, come ha fatto Robbie Williams quando ha mollato i Take That», osserva Dario Salvatori, critico musicale e autore del Dizionario della canzone italiana (Rai Eri). «Vuole vivere come un ventenne normale? Non ci credo, è troppo tardi». Nei giorni scorsi Zayn è stato avvistato nei pressi di uno studio di registrazione. Non solo. È stato corteggiato dal rapper 50 Cent che ha detto: «Mi piacerebbe averlo nella mia etichetta, ha un futuro da rapper». C’è però un’ipotesi inquietante: secondo alcuni insider, Zayn non se n’è andato, ma è stato cacciato perché abusava di alcol e droga. Gli sarebbe stato dato un ultimatum: «0 diventi sobrio o te ne vai». In effetti, nel maggio del 2014, era uscito sul web un video che lo mostrava mentre fumava uno spinello prima di un concerto. Secondo queste voci, Zayn sarebbe in pessima forma, incapace di rinunciare alle sue dipendenze.

Gli One Direction, dal canto loro, hanno dichiarato che continuernno anche senza Malik. Certo, Zayn aveva un ruolo fondamentale: con il suo fascino da «cattivo ragazzo» stregava le fan e riequilibrava l’aspetto troppo salutare e perfettino degli altri. «Ma le band nate in provetta come gli One Direction possono andare avanti anche senza un componente», osserva Salvatori. Sì, ma le fan tremano: e se anche Harry Styles, il più popolare dei cinque, si facesse tentare da una carriera solista?

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi