Kate Middleton, speriamo che sia femmina, impazza il toto-nome: Alice, Charlotte, Elizabeth o Diana?

La Lindo Wing del St. Mary Hospital di Londra è già in allerta. Infermiere e medici, in particolare i ginecologi Alan Farthing e Guy Thor-pe-Beeston, sono pronti a raggiungere la clinica a qualsiasi ora. Ormai ci siamo. Aprile è il mese del royal baby.

Il secondogenito del principe William e Kate Middleton sarà presto mostrato al mondo, avvolto nella sua copertina, come era successo quasi due anni fa al principino George. La data del parto, ha rivelato il Daily Mail, dovrebbe essere il 25 aprile e la stessa Kate si era lasciata sfuggire che il lieto evento è atteso per metà o fine mese.

La curiosità dei media è morbosa. Le troupe televisive di mezzo mondo stanno calando su Londra per prepararsi a un’eventuale nascita prematura. I sudditi attendono con pazienza e sperano che sia femmina. È stato colto qualche segnale che fa ben sperare. Kate, che ha sofferto di fortissime nausee all’inizio della gravidanza, adesso sta benissimo e ha continuamente voglia di cioccolato, racconta un insider di palazzo. Secondo un detto inglese questo vorrebbe dire che l’erede è femmina.kate-middleton-11252014-600x450

In questo caso, secondo i boo-kmaker, il nome prescelto sarà Alice (oppure Elizabeth o Charlotte). Tutti e tre sono più graditi alla regina e al principe Filippo rispetto a Diana, il nome che il popolo vorrebbe e che William, in cuor suo, ha già scelto tanto tempo fa.

Ma per non offendere i nonni è pronto a rinunciarvi. I tabloid non si sono lasciati sfuggire nemmeno che la duchessa di Cambridge in dossasse un cappotto rosa shocking in occasione del suo ultimo impegno ufficiale, il 27 marzo, in visita a una charity di Londra. Ora è ufficialmente in maternità e la rivedremo solo di fronte alla Lindo Wing, con in braccio il fratello o la sorella di George.

Anche a palazzo i preparativi sono terminati o quasi. William e Kate hanno assunto una maternity nurse, un’infermiera specializzata in neonatologia, che si prenderà cura del piccolino soprattutto la notte. Questa volta i duchi hanno ceduto e cercalo aiuto. Anche se è molto probabile che Kate voglia trascorrere le prime settimane dopo il parto a casa dei genitori Carole e Michael, nel villaggio di Bucklebury. E potrebbe anche essere una mossa forzata visto che proprio tutto liscio non è andato. I lavori nella residenza di campagna di Anmer Hall sono molto in ritardo. E dopo due anni gli operai sono ancora nella villa per terminare di dipingere le stanze e decorare. L’odore di pittura dava la nausea a Kate che si è dovuta trasferire, con William e George, a Wood Farm, un lodge da caccia appartenente alla regina, poco lontano da Anmer, nel villaggio di Wol-ferton, in Norfolk. L’alloggio, però, è piuttosto piccolo e non c’è una nursery per il nuovo arrivato. Quindi, in caso di lavori ancora in corso, Kate attenderà dai genitori, dai quali si era rifugiata anche dopo la nascita di George. I fratelli Pippa e James non vedono l’ora. William sarà al suo fianco. Ha appena iniziato un nuovo lavoro, con il Bond Air Service, e guiderà le eliambulanze da questa estate.

Per ora sta facendo il training ma appena nascerà il secondogenito si prenderà la paternità (che in Gran Bretagna è di due settimane). Il principe Harry probabilmente sarà l’unico famigliare stretto a non esserci. Sta per volare in Australia per un ultimo addestramento militare prima di lasciare l’esercito e poi rimarrà nella terra dei canguri per un po’ di mesi. «Questo secondo figlio cambierà tutto», ha detto William durante un recente impegno. Leggendo tra le righe è forse un annuncio di parziale ritiro dalla vita pubblica? Si sa che i duchi non amano i riflettori, per questo vogliono fare di Anmer Hall la loro principale residenza e andare a Londra, a Kensington Palane, solo se necessario. E poi ei sarà quel monello di George da tenere a bada. Si dice che già sia geloso dell’arrivo di un altro erede. Così mamma e papà lo hanno riempito di regali, per non farlo sentire trascurato.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi