Alessandra Amoroso, che ha pubblicato il libro A mio modo rivela che.,.

Dopo aver scalato la hit parade con le sue canzoni, Alessandra Amoroso ora “va a ruba” anche in libreria con A mio modo vi amo, dedicato ai suoi fan. «Non c’è cosa più bella di sentirsi orgogliosi della famiglia da cui si proviene… e io lo sono di voi!», ha detto l’artista sui suoi profili social.

Alessandra, da dove nasce l’idea di questo libro?

«Non potevo non farlo: adoro i miei fan. Il libro è nato come una sorta di sfida: ho lanciato un sondaggio, chiedendo ai miei followers di raccontarmi la loro storia di “amore puro” con me. Volevo conoscere meglio chi mi sta attorno e… sono stata sommersa di messaggi».AMOROSO

«All’inizio anch’io ho vacillato»

Quindi, non è la classica autobiografia?

«No, è più un insieme di racconti, aneddoti, scambio di emozioni. Una sorta di grande collage di famiglia allargata. Io la chiamo la Big Family».

Sei pugliese, ma da tempo è Roma la tua casa.

«Appena posso, però, tomo a Lecce anche solo per qualche giorno. Porto il calore della mia famiglia sempre con me. Anche se andare via di casa mi ha aiutata a diventare indipendente e più matura».

Nei momenti di sconforto, chi chiami?

«Mia madre, dalla quale ho ereditato anche la facilità nel commuovermi. Eppure è sempre lei a spronarmi, a dirmi di pensare positivo, credere in me, andare avanti».

A proposito di mamma, hai dichiarato che Maria De Filippi lo è stata, a suo modo, per te.

«È vero, siamo un po’ mamma e figlia. Lei, nonostante i mille impegni, mi ascolta sempre quando ho un problema. È una persona splendida e umana».

La fama ti ha cambiata?

«No, forse sono gli altri che mi guardano in modo diverso. Io sono rimasta caciarona, vitale, emotiva, diretta. Tanto che le mie più care amiche sono ] quelle di sempre. È con loro che ogni anno parto per un viaggio scaccia stress».

I talent show servono davvero a sfondare nel mondo della musica?

«Dipende da mille fattori, specie dalla tenacia. Puoi vincere un talent e poi non saperti giocare la fase successiva, che è più complessa: tour, presentazioni, concerti, interviste. A volte anch’io ho vacillato, credo sia normale».

Dopo il libro, hai già nuovi progetti in cantiere?

«Ora tanta promozione, poi mi metterò al lavoro sul nuovo disco. E vorrei dar vita a dei raduni per i fan».

Oggi con chi vivi?

«Con il mio cane Buddy, la mia anima gemella!».

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi