Amal e Clooney: Il giallo della crisi con George

Gli zigomi sporgenti, il volto sempre più tirato. E poi le gambe sempre più magre, muscoli e ossa a vista tanto da far concorrenza alle modelle sulle passerelle. Che cosa sta succedendo ad Amai Alamuddin, la moglie del divo George Clooney? Certo, l’avvocatessa per i diritti civili non ha mai avuto chili di troppo. Tutti la ricordiamo il giorno successivo al matrimonio, celebrato con una festa da favola a Venezia, mentre mano nella mano con Clooney raggiungeva il Comune per registrare le nozze. L’abito disegnato da Giambattista Valli le metteva in risalto le gambe, affusolate e toniche. Ora, però, a quasi sette mesi di distanza, sembra proprio che Amai abbia perso altri chili Alla vigilia di Pasqua, mentre lascia un rinomato ristorante italiano di New York, il “Babbo”, la moglie di Clooney è più magra che mai: vita stretta, polsi sottili con le vene in vista.

Che cosale sta accadendo? È colpa di una dieta decisamente poco salutare, di un allenamento di troppo o c’è altro? Qualche tempo fa, si era sussurrato di ima presunta crisi tra George e Amai (vedi “Diva e donna” n. 5/2015) e, addirittura, di un divorzio imminente. Ma la coppia si era affrettata a smentire sia la “quasi rottura” sia le presunte cause: quel figlio tanto desiderato da Amai, che però non arriva, e la gelosia dell’awocatessa nei confronti del marito. Clooney, infatti, oltre a essere uno degli uomini più desiderati di Hollywood, è circondato da donne splendide: le amiche Angelina Jolie e Cindy Crawford, per esempio. Proprio loro, si mormora, avrebbero definito Amai “un po’ troppo spocchiosa”. E lei se la sarebbe legata al dito. Insomma, essere la moglie di un divo non è affatto semplice. E Amai sembra portarne i segni sul corpo. Per carità, è sempre splendida come prima di conoscere Clooney. Ma ora sembra proprio che il suo fisico minuto e magro desti qualche preoccupazione in chi la conosce bene.

E dire che, accanto a George, viene fotografata un giorno sì e l’altro pure mentre entra o esce da rinomati ristoranti per pranzo o per cena. Chissà quanto manicaretti. Allo stesso tempo, però, chissà se Amai prova almeno un po’ di tensione. Si avvicina, infatti, il giorno in cui George compirà 54 anni. È il prossimo 6 maggio e l’attore vorrebbe festeggiare sul lago di Como, a Villa Oleandra a cui, tra l’altro, per ordine del sindaco, i turisti non possono avvicinarsi a meno di cento metri, pena una multa. Alla festa dovrebbero partecipare gli amici di Hollywood di Clooney. Anche Angelina, anche Cindy. Insomma, tutti quei divi da red carpet a cui Amai sarebbe, si mormora, sempre più insofferente. Si consola con il lavoro da avvocato, con le lezioni alla Columbia University di New York, dove tiene un ciclo di conferenze sui diritti civili. C’è di che esserne onorati. E Amai lo è: la sua vita sembra procedere nel migliore dei modi. Ma forse quel fisico ormai così sottile è la spia di altro.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi