Antonella Clerici sfida Mari de Filippi con Senza Parole

Antonella Clerici è tornata su Raiuno il sabato sera con Senza parole, in diretta dall’Auditorium Rai del Foro Italico alle 21.10. Il suo show racconterà le storie vere di chi vuole comunicare qualcosa di importante e non ha mai trovato il coraggio, il tempo, le parole, ma soprattutto il modo giusto per farlo, a una persona cara, un amico, un familiare… Per farlo dovrà sfidare Maria De Filippi e il suo Amici. Un duello che sta già elettrizzando il sabato sera degli italiani.

«Questa sfida tocca sempre a me»

Antonella, come vivi questo match del sabato sera con Maria De Filippi?

«Non amo le sfide. Ho chiesto al direttore di Raiuno il motivo che lo spinge a scegliere sempre me per il sabato sera, ma è la rete che decide e io mi metto a servizio. So che non si può sempre vincere, l’importante è lavorare bene».

La De Filippi aveva detto che contro di te avrebbe perso. Nella prima puntata Amici è stato il programma più visto.

«Maria è una grande professionista e un’avversaria tosta. I nostri due programmi sono estremamente differenti: Amici è un talent show collaudato, Senza parole uno spettacolo dedicato alle persone completamente nuovo. Di certo però entrambe lavoriamo al meglio per ottenere un ottimo risultato, a prescindere dai numeri».

Vi siete sentite prima dell’inizio di quella che possiamo chiamare competizione? In che rapporti siete?

«Siamo in ottimi rapporti.

Quando ci incontriamo ad Ansedonia (in provincia di Grosseto, ndr) le dico sempre che magari un giorno faremo qualcosa insieme. Siamo due grandi lavoratrici e anche se i palinsesti ci vedono avversarie, nella vita non lo siamo affatto».

«Protagoniste sono le emozioni»

Hai anche detto che un giorno ti piacerebbe condurre il Festival di Sanremo insieme a lei.

«Era una battuta! Però è vero che la stimo molto come donna e come professionista».

Quali sono i punti di forza del tuo nuovo programma?

«Senza parole è un programma in cui le emozioni e i sentimenti, che poi sono protagonisti indiscussi, sono raccontati attraverso linguaggi differenti e nuovi per il pubblico di Raiuno. Il momento che preferisco è quello che chiamo “Momento Abramovic”: ci siamo ispirati alla performance della grande artista serba, Marina Abramo-vic appunto, mettendo i nostri ospiti seduti uno davanti all’altro: possono parlarsi solo attraverso gli sguardi e i gesti, senza parole».

Possiamo dire che il tuo show punta sulle emozioni?

«Diamo voce e corpo ai sentimenti che spesso rimangono nascosti per timidezza, per timore o semplicemente per l’incapacità di mostrarli. Immagini, suoni, luci, ombre e coreografie sono il mezzo attraverso cui le emozioni si raccontano appunto senza bisogno di esprimersi a voce».

Nella vita cosa ti fa rimanere senza parole?

«Diffìcilmente mi capita. Sono una donna impulsiva, ciò che penso dico, anche se poi talvolta me ne pento. I contenuti sono importanti ma anche la forma non si può trascurare. Grazie al programma sto imparando che i silenzi, spesso, hanno molta più forza delle parole».

«Faccio come ogni madre che lavora»

Come concili gli impegni di ogni giorno e la vita privata?

«Faccio il meglio che mi è possibile, come ogni madre che lavora. In futuro vorrei diminuire gli impegni professionali e godermi un po’ di più la mia famiglia».

Cosa ti auguri nel tuo futuro?

«Mi auguro tanta serenità e che la vita possa regalarmi ancora tante soddisfazioni professionali ma anche e soprattutto personali».

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi