Nina Moric: Il suicidio? tutto inventato solo per togliere il figlio a Nina

Non è vero nulla. Nina non ha tentato il suicidio. Assolutamente no. Niente di quello che è stato detto e scritto corrisponde alla verità. Nina Morie, 38, anni, non ha tentato di togliersi la vita. «Sono solo cattiverie messe in giro da chi non vuole che Nina possa rimanere con suo figlio Carlos Maria, com’è giusto che sia. E come deve essere» ci ha detto un insider, molto vicino all’ex modella e showgirl croata. E quindi nessuna scena drammatica. E neppure sangue dappertutto, la casa sottosopra e Nina in lacrime che ripeteva frasi sconnesse con delle profonde ferite sui polsi. La verità è un’altra. Più semplice, anche se non meno dolorosa. Si è trattato solo del brutto finale di un litigio tra una coppia sempre sull’orlo di una crisi di nervi. E’ stata Nina, infatti, a chiedere di essere ricoverata al Policlinico.

Entrata, sembra, in codice verde, è stata medicata e quindi dimessa, «dopo che le sono stati dati alcuni punti di sutura», come ha spiegato una fonte interna all’ospedale. Voci incontrollate parlano di ecchimosi e segni di morsi. Quello che risulta, è che sarebbe stata la stessa Nina ad aver fatto richiesta per essere ricoverata all’ospedale. Se ciò fosse vero, allora smentirebbe tutte le notizie che assicuravano come la giovane avesse cercato di tagliarsi le vene dei polsi. Un tentativo che ha fatto angosciare tutti quelli che le vogliono bene e ha fatto ricordare loro quello nel 2009 quando Nina finì sempre al Fatebenefratelli di Milano dopo l’indigestione di numerose pillole di tranquillanti. Un gesto che molti, con il senno di poi, avevano detto era prevedibile, dato che lo scorso 24 marzo su Instagram, Nina aveva scritto alcune frasi che avevano allarmato i suoi familiari: “Lieve è il dolore che parla. Grande il muto”.

Solo qualche giorno prima rumors la davano incinta del giovane compagno Luigi Mario Favoloso ma la smentita fu data dalla diretta interessata tramite social network: con un selfie davanti allo specchio che smentiva la presunta gravidanza. Una cosa è certa: a tanti non è piaciuto per niente l’intervento del fidanzato della Morie, Luigi Mario Favoloso appena poco dopo la diffusione della tragica notizia. «È vero, Nina ha tentato il suicidio – ha dichiarato Favoloso – Ma è stata spinta a questo gesto estremo da persone senza scrupoli, che sono intorno a lei e che mirano ai suoi soldi e alla custodia di suo figlio. È un complotto, è stata indotta al suicidio da qualcuno che vuole farle del male, la manipolano per arrivare ai suoi soldi: Nina è una donna felice, non ha alcun motivo per togliersi la vita».

Molti amici della ragazza indicano proprio lui come il vero colpevole dello stato psicologico in cui versa Nina. Sarebbe solo Favoloso la causa di molte crisi. E altri che appartengono al giro degli intimi, ma che preferiscono rimanere anonimi, sostengono di scenate violente che spesso finivano in modo drammatico per la showgirl croata. Come spesso accade, si tratta sempre di voci incontrollate e incontrollabili. Come quelle che incolpano l’alcol, ma «L’unica vera dipendenza di Nina – assicura un altro amico – è solo quella da Favoloso. Come dice il proverbio: non sa vivere senza, ma neppure con…». E rincara Craig Warvick, amico della Morie, «Nina è solo una donna fragile, è come una bambina che ha bisogno d’amore. Appena capiremo cosa è realmente successo cercheremo di starle più vicino possibile. Ora più che mai».

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi