Barabara D’Urso: La verità sull’ex marito

Barbara D’Urso in, dagata perché non paga gli alimenti all’ex marito Michele Carfora». Questi sono i titoli dei giornali strillati negli scorsi giorni; parole forse usate troppo in fretta e senza approfondire. Eppure è successo. Ma andiamo con ordine. Il legame tra Barbara e il ballerino Carfora inizia come tutte le storie d’amore: prima il corteggiamento, poi il fidanzamento, infine, le nozze, nel settembre del 2002 (si sono separati nel 2008). La D’Urso, da sempre donna sentimentale, vive d’amore. Fa di tutto per coinvolgere nel suo lavoro anche il marito. Barbara era presente. E c’era anche quel giorno, cinque anni dopo il “sì”, quando scopre in edicola, in questo caso “grazie” a uno scoop del settimanale “Chi”, Carfora tra le braccia di un’altra. In ventiquat-tr’ore la D’Urso, colpita nell’intimo, nel cuore e anche nell’immagine, va dall’avvocato e si presenta in tribunale per chiedere il divorzio. Per evitare clamore mediatico, Barbara (che avrebbe potuto optare per la separazione per colpa con addebito) ha scelto una separazione consensuale, nonostante Carfora fosse fedifrago e i suoi tradimenti ampiamente documentati. Inoltre, in sede di separazione, le parti avevano  consensualmente convenuto che ciascuna provvedesse autonomamente al proprio mantenimento. I due, inatti, hanno divorziato e ognuno è potuto andare per la sua strada. Barbara nel frattempo ha lavorato tantissimo, ha aumentato la sua popolarità e, di conseguenza, anche i suoi introiti. Il ballerino lo capisce e, nonostante la separazione consensuale già avvenuta, torna all’attacco e chiede gli alimenti all’ex moglie. E seccede l’imprevedibile. Un tribunale romano accetta la richiesta di Carfora e obbliga la D’Urso a versare gli alimenti richiesti dall’ex (mille euro al mese). Ma la conduttrice si è riufiutata. Carfora non si arrende e pretende quei soldi (oggi il credito è pari a quarantamila euro). Ma perché Carfora vuole i soldi? Il ballerino lavora o è quasi nullatenente e ha bisogno di essere mantenuto dall’ex moglie? Abbiamo indagato e risulta che dal 2007 a oggi ha partecipato a numerosissimi spettacoli teatrali con le relative repliche e a fiction televisive. Ecco alcuni titoli del suo curriculum: Baciami stupido, Lassù qualcuno ci ama, L’ultimo miglio, Othello opera rock, Poveri ma belli, Raffaello e la leggenda della fornarina, Mamma mia!. Nelle pause ha tenuto corsi a pagamento per fare musical e nel settembre del 2014 ha messo in affitto una casa a Roma.

«Carfora è proprietario di beni immobili personali, svolge un’attività artistica di rilievo con relativo guadagno e convive da anni con un’altra donna dalla quale ha avuto una bambina», spiega a “Chi” l’avvocato Enrico Colosimo.

Dopo aver svelato questo, la domanda che sorge spontanea è: Michele Carfora ha davvero bisogno degli alimenti mensili dalla sua ex moglie? Oppure Barbara rappresenta una ulteriore (buona) fonte di guadagno e basta?

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi