Tra Don Matteo e l’onore di Garko spunta Montalbano

Primavera di fermento per la fiction che verrà. Tra novità e graditi ritorni, si lavora in queste settimane in vista della prossima stagione televisiva. Il più atteso in casa Rai è II commissario Montai-bano, attualmente in onda con un ciclo di repliche in prima serata, che nel 2016 tornerà con due nuovi episodi. Le riprese sono appena partite e dureranno circa otto settimane. Superati i problemi tra la produzione e gli enti regionali, il set sarà ancora una volta la Sicilia. Niente da fare, dunque, per la Puglia che aveva accarezzato il sogno di fare da location alla fiction piu seguita degli ultimi anni. A differenza delle scorse stagioni, gli episodi messi in cantiere non saranno quattro, ma soltanto due. Non vi è alcuna comunicazione ufficiale a riguardo, ma a trasformarsi in film Tv dovrebbero essere con buona probabilità i romanzi Un covo di vipere del 2013, e La piramide di fango del 2014.

Guanciale, invece, non ci sarà

Se il commissario di Luca Zingaretti spopola sul fronte breve serialità, per quanto riguarda le fiction lunghe il primato spetta a Don Matteo. A maggio inizieranno a Spoleto le riprese delle decima stagione, che si annunciano chiacchieratissime. Special guest potrebbe essere, infatti, niente meno che Belen Rodriguez. «Per il momento stiamo pensando a una protagonista di puntata, poi se le cose dovessero soddisfare noi e lei, chissà…». Ha spiegato il produttore di Lux Vide, Luca Bernabei, interpellato da La Stampa. Belen interpreterà probabilmente un personaggio del mondo dello spettacolo che ha bisogno dell’intervento del religioso. Da indiscrezioni potrebbe impersonare la zia di Tomas, il giovane argentino interpretato da Andrés Gii. Ancora a proposito di Don Matteo, smentite le voci che volevano Lino Guanciale, visto in Che Dìo ci aiuti e in La dama velata, subentrare a Terence Hill al termine della decima stagione.

In arrivo Tutto può succedere

Sul fronte Mediaset, invece, tra i volti più amati spicca quello di Gabriel Garko. Nella prossima stagione ritroveremo Fattore nel quarto capitolo de L’Onore e il rispetto, realizzato già da tempo, e tra i protagonisti di Non è stato mio figlio, fiction in lavorazione. Con lui Stefania Sandrelli (inizialmente tale ruolo era stato pensato per Virna Lisi) che interpreterà una madre coraggio decisa a dimostrare l’innocenza del figlio (Garko), accusato di omicidio. Nel cast anche Massimiliano Morra e Roberta Giarrusso. La famiglia è al centro anche di

Tutto può succedere, serie Rai ispirata a Parenthood. Diretta da Lucio Pellegrini, la fiction annovera nel cast Pietro Sermonti, Camilla Filippi e probabilmente Maya Sansa e Licia Maglietta. Sullo sfondo di una famiglia numerosa si parlerà di temi delicati come la crisi economica e le difficoltà coniugali.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi