Barbara D’Urso finisce in tribunale: “Io sono la vittima e non il carnefice”

È guerra aperta. La regina degli ascolti-tv finisce nel registro degli indagati della procura di Roma perché l’ex marito, il ballerino Michele Garfora, l’ha denunciata: dopo il divorzio lei non gli avrebbe versato almeno 40mila euro di alimenti. «La causa è ancora aperta», replica l’avvocato della D’Urso che promette battaglia e potrebbe avere un asso nella manica… Ecco tutti i retroscena. Intanto mentre il suo ex si è rifatto una vita con una nuova compagna e una bambina, Barbara si dice single. Ma “Diva e donna” può svelare che, proprio nei giorni scorsi, nella notte di Milano, ha rivisto Mauro Porcini, l’uomo d’oro della Pepsi…

Una delle regine della tv italiana finisce in tribunale, protagonista di una guerra con l’ex marito che certamente avrebbe preferito risparmiarsi. Lei è Barbara D’Urso la primadonna di Canale 5, che è finita sul registro degli indagati della procura di Roma per “violazione degli obblighi di assistenza familiare” nei confronti dell’ex secondo marito, il ballerino Michele Carfora. Nella denuncia, preparata da Antonio Malzone, l’avvocato di Carfora, si sostiene che la D’Urso non avrebbe versato all’ex consorte almeno 40mila euro di arretrati, gli alimenti. Per capire cosa sia accaduto, serve fare un passo indietro, nel 2002 quando la allora 45enne Barbara, già molto nota e alla vigilia della conduzione del Grande Fratello dell’anno successivo, sposa Carfora, ballerino di 33 anni.

Barbara ha già due figli Giammauro, ora 29 anni, ed Emanuele, 26, nati dal precedente matrimonio con Mauro Berardi, 62; Michele ha una carriera da consolidare. Per quattro anni restano legati, poi l’amore naufraga anche in seguito a un presunto tradimento di lui. La coppia si separa consensualmente, poi prende il via l’iter per il divorzio: la sentenza interlocutoria, quella dove è stato definito lo status di divorziati, risale al 2011. Il procedimento, però, prosegue per quel che riguarda la parte economica. A settembre scorso, il giudice stabilisce che la D’Urso deve versare all’ex marito un assegno mensile di mille euro per il mantenimento, a partire dall’anno del divorzio, il 2011. La legge, infatti, tutela il coniuge più debole, che riceve un assegno.

In sostanza questa forma di assistenza è il prolungamento, malgrado il divorzio, dell’obbligo di assistenza e solidarietà che i coniugi hanno tra loro. E, in questa causa, la D’Urso risulta essere il coniuge più forte: proprio a lei, spetta versare gli alimenti, dice il giudice. Cosa che, sostengono Carfora e il suo avvocato, non sarebbe avvenuta. Di qui la denuncia. Ma Paolo Colo-simo, l’avvocato che assiste la D’Urso, ribatte: «La vicenda giudiziaria non è ancora terminata. In sede di divorzio il giudice civile sancì la necessità che la signora elargisse un assegno mensile di mille euro. Contro quella decisione è attualmente pendente un ricorso, in Appello a Roma». L’asso nella manica della conduttrice potrebbe essere una recentissima sentenza della Cassazione.

La Suprema Corte, infatti, ha stabilito che è legittimo interrompere il versamento degli alimenti all’ex coniuge, nel caso egli conviva stabilmente con un’altra persona dopo la fine del matrimonio. La D’Urso chiede «dignità e riservatezza innanzitutto»: «Non ho mai parlato per sette anni e non intendo farlo ora», ha scritto su Instagram, ma con il suo legale si sarebbe sfogata più o meno così: «Non voglio essere considerata un carnefice quando in realtà sono una vittima». Negli anni sia la D’Urso sia Carfora si sono rifatti una vita. Lei continua a dirsi single anche se proprio  l’incontro con un affascinante designer e creativo, Mauro Porcini, 39 anni, uomo d’oro della multinazionale Pepsi. Barbara che si augurava di trovare un “amore straniero” lo ha conosciuto lo scorso inverno, a New York dove vive lui; poi i due si sono incontrati in Italia a gennaio.

E ora, dopo qualche mese di lontananza, proprio nei giorni scorsi si sono rivisti, sempre a Milano, in occasione di un evento organizzato da Pepsi per il Salone del Mobile. Entrambi hanno partecipato a un party mondano e poi a una festa più esclusiva e riservata. E Carfora? Ha una nuova compagna, Azzurra, da cui ha avuto una figlia, Marialaura, quasi tre anni fa. Spiega l’avvocato Malzone: «Il mio assistito non ha intenzione di speculare né sull’immagine né sui soldi della D’Urso. Ha perso il contratto al teatro Sistina e si è trovato in difficoltà economiche. Rischia di perdere anche la casa. Quando si risolleverà, rinuncerà al pagamento. Ha intenzione di aprire una scuola di ballo e, con quanto statuito dal giudice, l’avrebbe già inaugurata».

E Carfora stesso conferma: «Avrei fatto a meno di tutto questo. Negli ultimi tempi lavoro poco e sto vivendo un momento di difficoltà. Per questo ho deciso di mettere da parte l’orgoglio e di pretendere dalla mia ex moglie i soldi che il giudice mi ha riconosciuto». Già un anno fa aveva cercato di chiarire il proprio punto di vista: «La nostra storia non ha certo inciso positivamente sulla mia carriera. Quando l’ho conosciuta già facevo questo mestiere e avevo ruoli da protagonista. La storia con lei mi ha creato qualche problema. A me la nostra relazione non è certo servita a far carriera, anzi». Lui le avrebbe chiesto indietro anche l’anello e i regali di nozze. Ora entrambi gli ex coniugi dovranno attendere il giudizio di Appello. Barbara senz’altro attenderà con trepidazione la sentenza per mettere un punto a una lunga e intricata vicenda, ma intanto, su Canale 5, di fronte alle telecamere di Pomeriggio 5 e Domenica Live, appare sempre sorridente e spigliata. Ne ha tutte le ragioni: i suoi programmi fanno sempre il record di ascolti. Non bastasse, la D’Urso si prepara a celebrare un altro giorno importante: il prossimo 7 maggio compirà 58 anni e festeggerà con un party a tema, come da tradizione. Ci sarà anche Porcini? Si brinderà con le bollicine dello Champagne o della Pepsi?

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi