Vertice immigrazione triplicati fondi per Triton

Convocato vertice europeo straordinario per l’emergenza immigrazione; che ha cosi pianificato di triplicare i fondi destinati alle missioni Triton e Poseidon. Saranno anche potenziati i mezzi per le operazioni; il cui coordinamento sarà gestito da Frontex Triton e dal greco Poseidon. La Francia ha dichiarato di poter accogliere circa 700 profughi siriani; inoltre progetta di richiedere i permessi dell’Onu per distruggere le navi dei trafficanti.; gli obbietivi sono: dare battaglia ai trafficanti nel rispetto del diritto Internazionale; prevenire l’immigrazione; solidarietà e responsabilità europea maggiorata; Renzi ha dichiarato: “Non si può obbligare alcun paese ad accogliere dei migranti, questo può essere fatto solo su base volontaria”.

In merito alla collaborazione per l’accoglienza o al rifornimento di mezzi da parte di altri paesi Renzi ha dichiarato: “Le allucinanti intercettazioni pubblicate in queste ore ci dicono che siamo in presenza di una serie ripetuta di violazioni dei diritti umani. In questo Continente sono in vigore una serie di trattati, in particolare uno che fu richiesto in parte dall’Italia per non fare mettere il naso nelle vicende italiane. Questi accordi consentono agli Stati membri di scegliere se accogliere le persone. Mi conforta che alcuni Paesi hanno dato la loro disponibilità ad accogliere persone. Anche quei Paesi come la Gran Bretagna che hanno deciso di non accogliere persone hanno comunque garantito la disponibilità dei mezzi”

Anche Angela Merkel ha commentato le azioni che verranno messe in campo: “Mettiamo il salvataggio delle vite umane come la priorità assoluta; è importante ricordare che oggi abbiamo deciso di triplicare i fondi disponibili per Frontex ma se ne abbiamo bisogno di più li metteremo, non falliremo per mancanza di soldi, per la Germania, se i soldi non sono sufficienti li aumenteremo di nuovo. Dobbiamo iniziare un percorso che preveda una diversa distribuzione dei profughi tra i Paesi rispetto a quello che era possibile fare prima”.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi