Alena Seredova: parla per la prima volta dopo la separazione

Ha pensato a ricostruire sulle macerie di una storia finita e si è divisa tra l’amore dei suoi figli e lunghi incontri con gli avvocati. Fino a quando non è arrivato lui: Alessandro Nasi. Manager, una vicina parentela con gli Agnelli e un amore dedicato ad Alena. Nasi, in punta di piedi, è entrato nella vita della Seredova. Ha conosciuto i suoi figli e oggi i due hanno costruito una famiglia allaigata. E Alena, che ha ritrovato se stessa, toma a parlare, scegliendo  per raccontare ava vita…

Domanda. Alena, da dove iniziamo?

Risposta. «Da Alena che si è presa cura di se stessa ed è ripartita dai suoi figli. Oggi, per esempio, ho un problema con David Lee, che si è dimenticato la scatola porta-snack a scuola. Quando lo guardo sembra disperato, povero piccolo. Però mi accorgo che questi sono i problemi gravi della mia giornata. E se sono questi beh… sì, sono felice».

D. Diamo un nome a questo suo periodo?

R. «”H letargo felice di Alena”: ho trascorso mesi e mesi senza dormire, senza sonno e senza sogni. Oggi vado a letto tranquilla, senza pensieri. Ma in questo lungo anno non ho mai avuto paura. Non mi sono mai fermata dinanzi a tutto quello che mi è successo, sono andata avanti, mettendo me stessa allo specchio, a nudo, con tutte le mie paure. Mi è servito per ripartire».

D. I bimbi sono cresciuti: il rapporto con mamma Alena è mutato?

R. «Sono iniziati i primi scontri. Ho insegnato ai miei figli la sincerità come valore morale: ma loro sono fin troppo sinceri. Pochi giorni fa, in un negozio, una mia amica mi ha regalato un elisir di bellezza: un prodotto verde da bere ogni mattina. Louis Thomas mi chiede “Mamma, ma che cosa bevi?” e io gli spiego che è una bevanda che mi farà diventare più bella. Dopo qualche giorno mi fissa e sentenzia: “Mamma, non bere più quella bibita non ti aiuta molto!”. E giù a ridere…».

D. Nello scorso numero di “Chi”, Michelle Hunziker, neo mamma di Sole e Celeste, ha detto di volere ancora un maschietto. Lei alla gravidanza ci pensa o è un capitolo chiuso?

R. «Io non ho mai pensato di aver chiuso il cerchio: la voglia di una dolce attesa è ancora viva. Dentro di me custodisco il desiderio segreto di avere una femminuccia. Ieri programmavo tutto, oggi invece dico “mai dire mai”».

D. È vero che l’hanno scelta come madrina per PExpo, per rappresentare in Italia la Repubblica Ceca?

R. «Ricopro questo molo da due anni. Ora, in vista dell’Expo, sarò io il “faro” per la mia nazione, che ha bisogno di visibilità, di un richiamo mediático e di un po’ di soldini, perché siamo un Paese povero. Il quindici maggio apriremo il padiglione, a Milano, con la delegazione ufficiale della Repubblica Ceca, e parteciperò agli eventi più importanti».

D. Per Alena esiste ancora l’orgoglio ceco?

R. «Per sempre. Io amo Praga. Nel mio piccolo posso aiutare il mio Paese perché amo la mia nazione. Potevo prendere la cittadinanza italiana, ma ho rifiutato: ceca per sempre. Vivo in Italia, mi sento italiana, ma non abbandonerò mai le mie radici. La mia prima famiglia vive ancora lì e io non rinnegherò mai le mie origini».

D. Comunque, in preparazione dell’Expo si è messa in forma fisicamente ed è tornata alle pose sexy…

R. «Ringrazio madre natura, però il peso dell’età si sente: devo raddoppiare gli allenamenti e diminuire le birre. No, non è più come quando avevo vent’anni. Ma credo che ammetterlo mi renda onore. Ieri, pochi chili li buttavo giù con facilità, oggi fatico. Ma va bene così».

D. Eppure nelle foto rivediamo un’Alena raggiante, esplosiva, bella.

RL «Posare davanti al fotografo per me è tornato a essere qualcosa di nuovo. Per anni ho vissuto di questo lavoro, ma ammetto di aver perso l’abitudine. Quando ho iniziato a posare come modella, facevo uno shooting al giorno. Sono tornata davanti all’obiettivo per queste foto e mi ha dato soddisfazione rivedermi, poi. Dai, non sono malaccio… (sorride, ndr)».

D. Alena e i social: che rapporto ha con il web?

R. «Mi hanno insegnato a contare fino a dieci, anzi, a venti: mi hanno insegnato a saper attendere. Ogni tanto avrei potuto fare qualche casino, ma sono riuscita a evitarlo. E poi non racconto quasi mai dove vado, perché ho paura dei ladri. Io e i social ci studiamo a distanza, ma non comunico quasi mai la mia realtà. Mi dispiace per i miei seguaci, che scrivono sempre frasi carine, ma preferisco tenere una sorta di barriera. Insomma, non pubblicherò mai frasi come “Ragazzi, domani parto, olè”. Poi magari qualcuno “parte” verso casa mia… Il mondo dei social è un po’ pericoloso».

D. Però qualcosa di privato lo condivide…

R. «Se vado allo stadio a vedere la Juventus o a un party di compleanno, li condivido e mostro i miei bimbi. Ma, ripeto: meglio usare cautela. Il mio è un consiglio».

D. Senta, lei ha detto che le piacerebbe regalare una sorellina ai suoi figli. Anche le nozze con Alessandro sono un pensiero felice che si affaccia nella mente e nel cuore di Alena?

R. «Per custodire questo pensiero, prima devo divorziare. Mi sembra logico».

D. Sì, ma alcuni giornali hanno scritto che tra lei e Gigi il divorzio è già avvenuto…

R. «I giornali ne scrivono di cose: no, siamo ancora in fase di separazione. Poi potrò pensare al resto…».

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi