Penelope Cruz: “Javier è il pirata del mio cuore”

Sono gli attori spagnoli che hanno riscosso maggior successo a Hollywood (entrambi hanno vinto un premio Oscar), ma non hanno mai rinunciato alla loro “normalità”, rifuggendo dai rituali dello starsystem.

Penèlope Cruz e Javier Bardem si sono fidanzati nel 2007 sul set di Vicky Cristina Barcelona, si sono sposati nel 2010, un anno dopo è nato il loro primo figlio, Leonardo e, nel 2013, è nata Luna. Tutto cercando di conciliare gli affetti con i martellanti impegni di lavoro. Li vediamo, infatti, in Australia, dove Bardem sta girando il quinto capitolo della fortunata saga I pirati dei Caraibi nei panni del terrificante capitano Salazar. La Cruz, che da quando è diventata mamma ha dedicato il proprio tempo migliore alla famiglia, ha raggiunto il marito con i loro due figli a Byron Bay. La rivedremo su un set (a due anni da The Counselor) al fianco di Ben Stiller e Owen Wilson in Zoolander 2, sequel della pellicola cult che sbeffeggia il mondo della moda. Due “blockbuster”, quelli che stanno girando la Cruz e Bardem, che si inseriscono in una carriera fatta di impegno e cinema d’autore (sono fra le icone di Almodo-var). Bardem è uno degli attori più camaleontici della sua generazione, che ha conquistato il pubblico con la sua intensità in moli dove appariva trasfigurato (vedi il cattivo biondo platinato di Skyfall o il killer svalvolato di Non è un paese per vecchi). Se fosse un tipo geloso dovrebbe vedersela con i fantasmi di Tom Cruise e Matthew McConaughey, gli ex di Penèlope Cruz, ma Javier è un duro e queste storie da tabloid per lui sono solo acqua passatain un mare di chiacchiere.

Bardem e la Cruz, per motivi diversi, hanno un legame speciale con l’Italia. Javier ha appena recitato con Jasmine Trinca in Gunman, Penèlope ama il nostro Paese e parla perfettamente la nostra lingua, come ha dimostrato sul set di Non ti muovere. E allora eccoli, come italiani in vacanza, nella loro splendida normalità: lui un po’ “spiaggiato”, ma molto affettuoso; lei bellissima nella sua forma materna, senza ossessione per i dettagli. La loro palestra è stata il cinema e hanno realizzato i propri sogni attraverso quella fatica. Un vezzo, questo sì, molto hollywoodiano.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi