Valerio Scanu: Con 11 chili in meno, il cantante riparte dal look

Passerà l’estate in giro per l’Italia, tra un palcoscenico e l’altro, Valerio Scanu. Anticipato da due eventi speciali, il nuovo tour 2015 del cantante sardo prenderà il via ufficialmente da Salerno il 5 luglio. Per arrivare pronto all’appuntamento con i suoi fan, l’ex allievo di è in piena attività: «Sto registrando nuova musica e provando altri pezzi», spiega a Nuovo l’ex naufrago de L’isola dei famosi. E sottolinea: «In più ho anche deciso che, a differenza di prima, quando tendevo un po’ a trascurarmi, farò in modo di mantenermi in perfetta forma fisica, sia per questioni estetiche sia per motivi di salute».

«Ho partecipato al reality per soldi»

Valerio, che ha sempre mostrato una certa attenzione alla propria immagine, sembra ora determinato a cambiare registro: «Ho voluto scegliere un look più moderno, in linea con il tipo di percorso musicale che ho intrapreso. Mi piace stare al passo con i tempi». In-somma, tra il pizzetto più incolto e un’imponente “cresta” dai riflessi biondi, il vincitore di Sanremo 2010 ha scelto di dare un taglio netto al passato. Un vero e proprio “colpo di testa”, l’ennesimo, che ci regala un Valerio Scanu molto diverso rispetto a quello che conoscevamo.

Quando decidi di cambiare look scegli da solo oppure ti affidi a un consulente?

«Chiedo consiglio ad altri soltanto per scegliere alcuni dettagli. Generalmente, però, metto a punto tutto io».

Del resto sei anche un imprenditore nel settore della moda. Come mai hai scelto di investire nelle calzature?

«Non sono scarpe qualsiasi, sono tutte rigorosamente italiane. Girando, mi sono reso conto che ce ne sono molte realizzate all’estero. Ho ravvisato una scarsa attenzione per la qualità. Così ho deciso di rimediare e, per rinnovare il mio legame con la musica, ho scelto il nome Dalidà, la famosa cantante».

Ci hai detto che intendi rimanere in forma in vista dei tour estivo dopo la dieta forzata a Cayos Cochinos. Eppure l’esperienza a L’isola dei famosi non sembra averti segnato come è accaduto agli altri naufraghi…

«In realtà ho perso undici chili. La differenza tra me e gli altri concorrenti stava solo nel fatto che, mentre tutti soffrivano principalmente per la scarsità di cibo, io soffrivo più per la mancanza di affetto».

Perché hai deciso di partecipare al reality?

«Non voglio essere ipocrita: ho accettato spinto da motivi strettamente economici. Poi, però, la permanenza si è trasformata in un’esperienza di vita: ho capito quali sono le cose che contano e gli affetti più importanti. Non tutte le cose e le persone da cui sono stato lontano mi sono mancate allo stesso modo…».

Che cosa e chi ti i mancato di più?

«Mi è mancata la musica e ho sofferto la lontananza della mia famiglia e degli amici di sempre. Per questo ho deciso di tornare a La Maddalena, l’isola dove sono nato, per festeggiare il mio venticinquesimo compleanno insieme a tutti loro. E poi lì ci sono i miei cani: non pensavo che a-vrei sofferto a non vederli per così tanto tempo. Però non succederà mai più, perché non ci saranno altre “isole” o cose del genere».

Neanche se ci dovesse essere di nuovo una forte motivazione economica?

«Dovrebbe essere talmente importante da non poter dire di no. Dovrei riuscire a mantenere i miei cari per le prossime tredici generazioni!».

«Siffredi? Un tipo cafone e scurrile»»

È stata davvero un’esperienza così dura?

«L’unica cosa che m’interessa nella vita è cantare. Per poter fare a modo mio, però, ho fondato la mia etichetta indi-pendente e ho dovuto auto-finanziarmi».

Eri tra i favoriti per la vittoria al reality di Canale 5. Ci sei rimasto male per non avercela fatta?

«Sul momento no. Dopo tutto quel tempo a L’isola il mio unico desiderio era di tornare a casa, anche se conquistare il montepremi non sarebbe stato male. Certo, una finale a due tra me e Cecilia mi sarebbe piaciuta molto».

La vittoria al televoto con Rocco Siffredi, però, te l’aspettavi…

«Quella sì, perché nelle due settimane precedenti Rocco era diventato cafone e scurrile. In particolare quando, in occasione del televoto con Montovoli, aveva detto che era sicuro di vincere perché Andrea era meno famoso del suo “bip” sinistro. Io, invece, sono sempre stato coerente ed educato nei confronti di tutti».

Ci sono compagni di avventura con cui sei rimasto in contatto?

«Sì, quelli con cui ho legato di più: Cristina Buccino, Andrea Montovoli, Charlotte Ca-niggia e Cecilia Rodriguez».

Tornando indietro, cambieresti qualcosa della tua strategia e dei tuoi comportamenti a L’isola?

«No, rifarei tutto».

E nella vita?

«Anche. Ho sempre agito in maniera coerente per raggiungere il mio obiettivo. Ciò che ho fatto è stato ed è tuttora finalizzato alla musica. ..».

Quando hai capito che cantare è la cosa più importante per te?

«Anche se ho cominciato a otto anni nelle feste di piazza e nei pianobar, soltanto a sedici ho capito che sarebbe stata la musica a farmi andar via da La Maddalena, un posto dove non c’erano possibilità per me».

Da allora esperienze ne hai fatte tante: Amici, il Festival di Sanremo e L’isola dei famosi. Sei soddisfatto?

«Anche se ho tanto da fare, i miei venticinque anni sono pieni di cose realizzate. Sento ancora viva l’emozione della vittoria all’Ariston e quella di aver varcato la soglia della scuola di Amici».

Che rapporto hai con Maria De Filippi?

«La sento abbastanza spesso, ma non per lavoro. Tra me e lei c’è un rapporto umano».

Quali sono i tuoi allievi preferiti di quest’anno?

«Non riesco a seguire Amici come vorrei perché sono molto impegnato. Non conosco bene i ragazzi. In questa edizione, però, apprezzo la presenza di Elisa e quella di Virginia Raffaele».

Di recente hai pubblicato su Twitter una foto con Alessandra Amoroso, tua compagna di Amici nel 2008. Avete fatto pace dopo gli screzi di qualche tempo fa?

«Si è trattato di un incontro casuale. Non ci vedevamo e non ci sentivamo da anni, ci siamo salutati, abbiamo scambiato due chiacchiere e fatto una foto. Niente di più».

Perché la sua carriera è inarrestabile e la tua invece vive di alti e bassi? «Penso che Alessandra, più di ogni altro studente passato da Amici, sia riuscita a imboccare la strada giusta perché ha trovato un manager che l’ha fatta crescere e ha individuato il progetto musicale adatto a lei. Io, al contrario, ho dovuto fare tutto da me e cercare da solo le persone che mi aiutassero a sviluppare il mio».

Redazione

2 pensieri su “Valerio Scanu: Con 11 chili in meno, il cantante riparte dal look

  1. leda

    Adoro questo talento, dalla voce spettacolare e non esagero, adesso, nelle piazze tante occasioni per tutti di poterlo ascoltare e confermare quello che ho detto. Intervista carina, grazie.

  2. miottola

    Concordo con lena, voce strepitosa, Valerio persona vera lo seguo ormai da 6 anni e a Roma dopo due anni che non riuscivo ad andare ad un suo live, sempre stupendi, sono rimasta strabiliata da quanto è cresciuto. Felice che sia nelle piazze cosi che tutti possano avere la possibilita’ di vederlo e ascoltarlo. bella intervista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi