Silvio Berlusconi e Veronica Lario: Il Cavaliere ha calcolato anche la sua aspettativa di vita

Calcoli, cifre e addirittura considerazioni sul numero possibile di anni che restano da vivere, possono diventare l’epilogo delle macerie di un grande amore. Quando poi si ha a che fare con patrimoni da capogiro, i conti vengono fatti con virgole e decimali. Niente può essere lasciato al caso.

E il caso del divorzio tra Silvio Berlusconi e Veronica Lario. La sua ex moglie Veronica Lario ha 58 anni e un’aspettativa di vita di circa 30 anni. La signora Lario, quindi, per mantenere un tenore di vita adeguato, ha chiesto e un milione e 400 mila euro al mese, per un totale di  circa 500 milioni se moltiplicati  fino al compimento dei suoi 90 anni. A questa cifra astronomica però m si sono opposti con forza gli avvocali ti dell’ex primo Ministro, che chiedono di basare la somma sulle aspettative del loro assistito e non su quelle della signora Lario. Berlusconi il prossimo 29 settembre compirà 79 anni, dunque la sua aspettativa di vita è di circa 10/15 anni. E se la cifra mensileda versare a Veronica dovesse restare un milione e 400 mila euro al mese (già ridotta, perché inizialmente erano stati chiesti 3 milioni al mese, pari a 100 mila euro al giorno), in totale Berlusconi per la fine del suo matrimonio dovrebbe versare solo, si fa per dire, di 250 milioni di euro. Molto meno del valore di mercato del suo Milan (in vendita in questi giorni, tra l’altro).

Comunque vada a finire, ormai siamo alle battute finali: entro 60 giorni, dopo ricorsi e controricorsi, la ex coppia presidenziale dovrà arrivare a un accordo definitivo che, comunque vada a finire, costerà carissimo al fondatore di Mediaset.Ma quello di Berlusconi non è certo il primo caso di super ricco che si “dissangua” per un divorzio. La medesima sorte è toccata a un altro magnate dell’editoria, Rupert Murdoch, che ha dovuto versare alla moglie Wendi Deng centinaia di milioni di dollari. Nonostante l’accordo prematrimoniale e due accordi post matrimonio, la fine delle nozze della coppia – dopo 14 anni – si è rivelata molto costosa, avvicinandosi al record di 1,7 miliardi di dollari segnato dallo stesso Murdoch, quando lasciò la seconda moglie Anna. A Wendi, tra le altre cose, è andato il super attico su tre piani sulla Quinta Strada a New York, che la coppia aveva acquistato per 44 milioni di dollari nel 2005, una volta di proprietà di Laurence Rockfeller. Ma anche la prestigiosa casa di Pechino, arricchita da importanti opere d’arte.

Un altro industriale, stavolta italiano, ha dovuto pagare molto caro la rottura con la moglie. Stiamo parlando di Leonardo Del Vecchio, il patron di Luxottica, che alla seconda moglie, Nicoletta Zampillo, da cui aveva divorziato nel 2000, aveva dovuto lasciare villa Mondadori, nel cuore di Milano, un immobile in seguito venduto per 24 milioni di euro. Del Vecchio poi, dopo un’altra relazione con Sabina Grossi, si è riconciliato con la Zampillo, che ha risposato nel settembre 2010.

Il problema dei divorzi milionari coinvolge anche i personaggi dello spettacolo. Dopo tre figli e tanto amore, è finito in tribunale anche il matrimonio tra Gigi D’Alessio e Carmela Barbato. La coppia si è oramai lasciata più di otto anni fa, quando Gigi svelò al mondo il suo amore per Anna Tatangelo, ma il divorzio è arrivato solo qualche mese fa. Il cantante dovrà dare all’ex moglie 15 mila euro al mese. Non solo: pagherà le vacanze a Carmela e ai tre figli. E non basta: il giudice avrebbe assegnato a Carme-la una strepitosa villa a Posillipo, in uno dei luoghi più ricercati di Napoli.

Una situazione ancora tutta da definire invece è quella tra la popolare presentatrice Barbara d’Urso e l’ex marito Michele Carfora. In questo caso dovrebbe essere la donna a dover pagare l’assegno di mantenimento. Barbara d’Urso però è stata denunciata da Carfora per i mancati pagamenti. Il ballerino, secondo marito della conduttrice, sostiene di non aver mai ricevuto l’assegno da mille euro che gli spetterebbe dopo il divorzio, sentenziato nel 2011. Il coreografo reclama un credito di 40 mila euro. Il matrimonio finì nel 2008 a causa di un tradimento del ballerino, che in seguito ha avuto una figlia, Maria Laura, da un’altra donna, l’attrice teatrale Azzurra Passa. Ma il Tribunale ha comunque imposto, in primo grado, alla conduttrice di versare l’assegno. Però Barbara non paga, pare in attesa dell’appello, che è stato fissato per il prossimo dicembre.

È costata molto più cara al centrocampista della Juventus e della Nazionale Andrea Pirlo la

rottura del matrimonio, durato dodici anni, con la moglie Deborah Roversi. Circa un anno fa, infatti, i due hanno firmato una separazione consensuale, che impone al calciatore di versare alla Roversi un “mensile” di 55 mila euro. Il calciatore ha preferito chiudere la pratica in fretta, per dedicarsi interamente al nuovo amore, Valentina Baldini, una giovane della Torino bene. E chissà che, sulla sua decisione di continuare a giocare attivamente a calcio, nonostante le 36 primavere che compirà a metà maggio, non abbia pesato anche la necessità di garantire alla ex consorte l’assegno pattuito.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi