Lavarsi le mani è un gesto banale ma riduce il rischio di infezioni

Quante volte ci laviamo le mani giornalmente? Lavarsi bene le mani, previene a possibilità di incorrere a brutte infezioni.
A fronte di questo banale gesto, la campagna dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha intitolato il suo progetto:” salva delle vite lava le due mani”.

Questa campagna, precisa, l’importanza del semplice gesto di lavarsi le mani prima di mettersi a tavola e soprattutto quando si mangia, le nostre mani, ogni giorno toccano oggetti e cose infestati da batteri, e l’unica nostra difesa e prevenzione e quella del gesto banale che i nostri genitori ci hanno insegnato fin da piccoli.

Le mani devono essere lavate attentamente, è un gesto che non bisogna fare con molta fretta e bisogna seguire un corretto procedimento se si vuol la maggior parte dello sporco, il Ministro della salute, Beatrice Lorenzin, si è espressa in occasione della giornata mondiale dell’igiene delle mani:

“Non tutti hanno la giusta percezione di quanto questa semplice pratica sia importante per la prevenzione di molte malattie (un corretto lavaggio delle mani permette di ridurre di oltre il 40% il rischio di contrarre infezioni) e sanno come effettuarla correttamente affinché sia realmente utile per allontanare i microrganismi che si trovano sulla pelle. Spesso si dedica al lavaggio delle mani pochi secondi nella convinzione che ciò sia sufficiente ad averle pulite. Ma non è così. Le mani sono, infatti, un ricettacolo di germi: circa il 20% è rappresentato da microrganismi non patogeni, che risiedono normalmente sulla cute senza creare danni. A questi, però, possono aggiungersi virus e batteri che circolano nell’aria o con cui veniamo in contatto in diverse occasioni (toccando superfici contaminate, nel contatto con i malati, etc). Una corretta igiene delle mani è fondamentale per gli operatori sanitari perché contribuisce in maniera importante a ridurre la diffusione delle infezioni ospedaliere”.

L’Oms, ha stilato inoltre un documento con 10 buoni motivi per lavarsi le mani. Leggiamoli.

1. L’igiene delle mani al momento giusto salva la vita.
2. L’igiene delle mani nell’assistenza sanitaria ha salvato milioni di vite nel corso degli ultimi anni.
3.L’igiene delle mani è un indicatore di qualità dei sistemi sanitari sicuri.
4. Problemi sanitari, come infezioni che sono spesso invisibili ma tuttavia ancora si verificano, sono sfide politiche e sociali che dobbiamo affrontare ora.
5. Le infezioni possono essere fermate attraverso una buona igiene delle mani.
6. La tecnologia salvavita a prezzi accessibili è disponibile! Una base di alcool per disinfetare le mani, che costa circa 3 euro a bottiglia, può prevenire milioni di morti ogni anno.
7. #handhygiene esiste nei media, il che significa che esiste come un argomento importante, sia a causa di influenze o epidemie di malattie mortali come l’Ebola.
8. Programmare specifici momenti di intervento per l’igiene delle mani nel flusso di lavoro degli operatori sanitari rende più facile fare la cosa giusta ogni minuto, ogni ora, ogni giorno.
9. La prevenzione delle infezioni è al centro del rafforzamento dei sistemi sanitari. L’igiene delle mani è fondamentale per tutti gli interventi, per l’inserimento di un dispositivo invasivo, per la gestione di una ferita chirurgica, o per un’iniezione.
10. Il messaggio sociale ha già iniziato a diffondersi con “Salvare vite umane: pulite le mani”, una campagna globale di successo per promuovere azioni di igiene delle mani presso il punto di cura del paziente.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi