Mustang, il mito galoppa anche in Europa

Il cavallo di razza galoppa in Europa. La Ford ha svelato i dati ufficiali della nuova Mustang, l’iconica “muscle car” americana che a 51 anni della sua storia viene immessa ufficialmente sui mercati del Vecchio Continente. Un arrivo molto atteso, nella doppia variante di carrozzeria, coupé Fastback e convertibile per il grintoso coupé che prende il nome da una razza di cavalli selvaggi non domati di grande vigore fisico e notevole bellezza. E il primo impatto con la nuova Mustang regala un’immagine dinamica e aggressiva, con un design capace di evidenziare muscolarità scolpite, forza e bellezza messe assieme.

Costruita negli impianti Ford di Flat Rock nel Michigan, la Mustang destinata all’Europa è in vendita e ordinabile esclusivamente presso la rete FordStore, punti di riferimento nelle principali aree urbane, che hanno già ricevuto 2200 ordini. Tutti i modelli europei includono di serie i cerchi da 19 pollici, i fari anteriori automatici HID, i clima bi-zona, le luci posteriori a LED e il diffusore. A bordo della nuova Mustang è disponibile il sistema di connettività e comandi vocali SYNC 2, con schermo touch da 8 pollici.

Il listino parte dai 36.000 euro della versione fastback e da 40.000 euro per la Convertibile che regala il piacere della guida a cielo aperto e salgono da 41.000 a 46.000 per la motorizzazione più potente. Un listino dunque “abbordabile” vista la ricchezza di contenuti.
I propulsori stavolta li “leggiamo” dall’alto in basso: il V8 da 5.0 litri aspirato TiVCT muscolato da 421 CV e il 4 cilindri turbo di 2.3 litri EcoBoost da 317 CV. I modelli “fastback” dotati di motore V8 5.0 scaricano sull’asfalto 421 cavalli con 530Nm di coppia e accelerano da 0 a 100 km/h in 4″8, il tempo più basso di sempre tra le auto Ford europee di volume. Con il propulsore EcoBoost 2.3 da 317 cavalli e 432 Nm di coppia, la Mustang accelera da 0 a 100 km/h in 5″8. Ford sottolinea che in curva le persone a bordo potranno provare l’emozione di accelerazioni laterali di quasi 1g (0,97g). I modelli dotati di propulsore EcoBoost da 2.3 litri si propongono come punto di riferimento tra le auto a carattere sportivo abbinando potenza a efficienza per garantire prestazioni e consumi contenuti: soli 8 litri per coprire 100 km con 179 g/km di emissioni di CO2. Il V8 da 5.0 litri è un po’ più oneroso: è omologato per 13,5 litri sui 100 km con 299 g/km di emissioni, valori che scendono, col cambio automatico, a 12,5 l/100 km e 281 g/km.

Sulla Mustang la gestione della potenza può essere affidata al guidatore che sceglie la miglior condizione attraverso il selettore della modalità di guida che adatta le risposte della vetture anche all’utilizzo in pista: in tal caso una serie di App dedicate favoriscono la connessione alle proprie statistiche di guida. Il guidatore può così accedere ai dati dell’accelerometro o misurare i tempi di frenata e accelerazione rispetto a una velocità prestabilita. Al tempo stesso si evidenzia il sound del motore per unire la sonorità alle prestazioni e alla dinamica di guida. Per l’Europa, poi, è di serie il Performance Pack: comprende un impianto di frenata maggiorato e una serie di modifiche allo chassis per garantire controllo e precisione anche in pista. Le sospensioni sono indipendenti, sia anteriori che posteriori, quest’ultime Integral Link per migliorare comfort, aderenza e reattività. Il selettore della modalità di guida permette di scegliere la configurazione ottimale delle sospensioni, del controllo elettronico di stabilità, della risposta dell’acceleratore e, col cambio automatico, del range di giri in cui il sistema cambia marcia. Le modalità disponibili sono 4: Normal, Sport+, Pista e Pioggia. Il servosterzo è impostabile in modalità Normal, Comfort o Sport. Insomma, una sensazione di guida tutta da provare.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi