Sarah Scazzi parla la mamma: “Contro mia fiiglia ha congiurato tutta la famiglia”

Quando la mia Sarah non ce più la  nostra vita è cambiata in tutti i sensi ed è rimasto un vuoto incolmabile. Nel mio cuore la ferita rimarrà sempre aperta, perché è impossibile per una madre che perde una figlia non sentire di aver perso qualcosa di sé”. Concetta Serrano, la mamma della piccola Sarah Scazzi, scomparsa ad Avetrana il 26 agosto 2010 e ritrovata cadavere in un pozzo dopo 42 giorni di bugie e depistaggi, accetta di parlare con Giallo. Lo fa con il cuore a pezzi ma anche con rabbia, perché è stata tradita dalla sua stessa famiglia, dal sangue del suo sangue. Per l’omicidio della ragazzina sono state condannate infatti all’ergastolo, in primo grado, la zia Cosima, sorella di Concetta, e sua figlia Sabrina Misseri, nipote di Concetta, a cui lei affidava sempre con la massima fiducia la piccola Sarah.

E proprio mentre si celebra il processo d’Appello per le due donne, i magistrati di Taranto hanno iscritto nel registro degli indagati altre 12 persone, accusate di non aver raccontato la verità durante le indagini sull’orrenda fine di Sarah. Tra loro ci sono anche l’altra sorella di mamma Concetta, Dora, il fratello Giuseppe e Ivano Russo. La mossa della Procura potrebbe far venire alla luce nuovi elementi e forse chiarire una volta per tutte il perché la 15enne è stata uccisa. Ma di questi nuovi sviluppi vi parleremo in maniera più approfondita in queste pagine.

Ora torniamo a parlare con mamma Concetta, che gentilmente come sempre ha voluto raccontarci quello che pensa e che prova.Concetta, lei e la sua famiglia sperate che queste nuove indagini possano portare finalmente alla verità si deciderà a parlare, adesso? «Non credo che riusciremo a sapere più di quelloche hanno detto. Il fatto che siano stati accusati dai magistrati come menzogneri e calunnia-tori non significa che faranno marcia indietro dicendo la verità. Credo che continueranno a difendere quello che hanno già detto.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi