Anticipazioni Un Posto al Sole: Gabriele Anagni non condivide le critiche ricevute e risponde…

L’ingresso di Gabriele Anagni in Un posto al sole, nel ruolo di Claudio Parenti, ha portato un po’ di scompiglio nella già tormentata famiglia Ferri. L’attore, infatti, veste i panni del compagno di Sandro Ferri, interpretato da Alessio Chiodini. «Claudio è un ragazzo affabile e sicuro di sé, che non ha mai nascosto la sua omosessualità. La sua storia d’amore con Sandro ne è la prova», ci racconta.

«Ho imparato da Gabriele Lavia»

Grazie a questa relazione, si sta affrontando il tema dell’omosessualità.

«E stata una scelta giusta: l’omosessualità non deve più essere considerata un tabù. Fa parte della nostra realtà quotidiana. E in Un posto al sole, in cui si affrontano storie di vita vera, è normale che sia presente anche un amore tra due persone dello stesso sesso. Ci sono state delle polemiche eccessive. Mi sembra di essere tornati a cinquant’anni fa».

Che cosa ci puoi anticipare sul futuro della vostra storia nella soap?

«Claudio e Sandro avranno dei problemi, soprattutto dopo aver subito un’aggressione omofoba. Per loro la vita non sarà semplice».

Come ti stai trovando con gli altri colleghi?

«Molto bene. L’ambiente di lavoro è straordinario, tutti gli attori e il team tecnico sono disponibili, l’atmosfera è positiva. Poi, Alessio Chiodini è professionale e simpatico, c’è stata subito una bella intesa».

Quando hai deciso di fare l’attore?

«Fin da piccolo mi divertivo a fare le parodie dei cartoni animati. Adoravo Paperino e imitavo la sua voce. Poi, a scuola, ho scoperto la mia passione per la recitazione. In terza media fui scelto come protagonista di Natale in casa Cupìello. La commedia fu proposta per un concorso organizzato dall’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico e vinsi il premio come “migliore attore protagonista”. Da allora, non mi sono più fermato».

I tuoi genitori ti hanno incoraggiato?

«Sì. Ho ereditato la passione per la recitazione da mio padre. È un organizzatore teatrale e io ho vissuto aria da palco-scenico fin da quando avevo tre anni, Ho appreso molto anche da Gabriele Lavia, un grande maestro, assistendo alla lavorazione dei suoi allestimenti».

Lontano dal set, che cosa ti piace fare?

«Mi tengo in forma facendo sport, suono la chitarra e mi piace cucinare. Poi curo il mio profilo Facebook: da quando sono nel cast di Un posto al sole la mia popolarità è cresciuta molto e in poco tempo».

Che tipo sei?

«Sono una persona positiva, determinata e intuitiva. E non mi faccio scoraggiare da nessuno».

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

«Tanto teatro, ma non voglio anticiparvi nulla per scaramanzia. Ora, il mio obiettivo è rimanere ancora per tanto tempo nella bella famiglia della soap napoletana».

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi