Calciomercato Juventus: Assalto a Cavani, blitz a Parigi

Neanche le Coppe fermano la Juve sul mercato. Preso il talento Paulo Dybala (che ora aspetta solo le visite mediche), i dirigenti bianconeri si concentrano sui calibri grossi. Così, dopo tanti contatti, domani alcuni emissari del club voleranno a Parigi per parlare con Edinson Cavani e il suo entourage. Nello stesso giorno in cui Carlos Tevez attaccherà la “decima” Coppa Italia, i soliti intermediari lavoreranno a quello che sulla carta potrebbe diventare il suo partner e/o sostituto. In attesa del Psg, sempre vigile su Paul Pogba, la missione degli emissari bianconeri è finalizzata a risolvere il nodo dell’ingaggio. Cavani guadagna 10 milioni netti, ma l’obiettivo dei bianconeri è quello di convincerlo ad accettare una cifra inferiore (7/8 con i bonus per 4 anni) puntando sulla sua voglia di tornare in Italia. Sempre nel mirino pure Robin Van Persie, in uscita dal Manchester United proprio come Radamel Falcao.

La Juve ha puntato anche Mauro Icardi, tentando di inserirsi tra l’argentino e l’Inter con una proposta molto più ricca rispetto a quella messa sul tavolo dai dirigenti nerazzurri per il rinnovo. Una azione per rispondere al rilancio nerazzurro (senza successo) su Dybala. La società di Thohir, registrata la manovra di disturbo bianconera (voci pure su Kovacic), resta però ottimista: oggi è previsto un nuovo round per Maurito alla presenza dei suoi agenti (Savini e Pino) con l’intento di limare gli ultimi dettagli in un accordo che, grazie alla condivisione dei diritti di immagine al 50% col club, permetterà a Icardi di arrivare a uno stipendio da 4 milioni fino al 2019 (con tanto di bonus per quanto non percepito quest’anno). Da ambienti nerazzurri filtra comunque una chiusura totale nei confronti della Juve, anche nel caso in cui dovesse complicarsi il prolugamento con l’ex sampdoriano.

A breve Marotta e Paratici troveranno anche il tempo per decidere il futuro di Simone Zaza e Domenico Berardi, gioielli del Sassuolo controllati dai bianconeri. Per il centravanti lucano, in realtà, il più è già stato fatto nei mesi scorsi. La Juve ha prenotato Zaza (c’è l’accordo sul contratto) e dopo averlo sfiorato a gennaio, a luglio lo porterà a Vinovo. «Simone alla Juve? Noi – ha detto a Tuttosport l’agente Christian Maifredi – abbiamo impressioni molto positive, conseguenza dell’interessamento concreto di gennaio. La nostra sensazione è che Simone all’80-90 sarà bianconero». Marotta e Paratici dovranno semplicemente avvalersi della clausola (15 milioni) stabilita la scorsa estate col Sassuolo. Una clausola che mette al sicuro i bianconeri dalle rivali: se la Roma non molla, domenica al Mapei Stadium c’erano i dirigenti del Crystal Palace a visionarlo. Zaza non ha segnato contro il Milan, mentre Berardi (in comproprietà con la Juve) ha realizzato una tripletta. L’esterno d’attacco è già da record: nessuno negli ultimi 50 anni è arrivato a 30 gol in A con meno di 21 anni. «Il Sassuolo – ha spiegato a Tuttosport l’agente Simone Seghedoni – vorrebbe trattenerlo, ma la Juve punta parecchio sul ragazzo. Presto valuteremo il percorso migliore affinché il ragazzo non rischi di bruciarsi». I bianconeri, di sicuro, manterranno il controllo su Berardi: nei prossimi incontri verrà deciso se portarlo già in estate a Torino o solo tra un anno.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi