Costantino Vitagliano ed Elisa Mariani: Comunque vada il bambino ci unirà per la vita”

Dalle notti brave in discoteca con le sexy modelle a… pappe e pannolini! Quante cose stanno cambiando nella vita di Costantino Vitagliano. L’ex Tronista è in attesa del suo primogenito, che nascerà a inizio settembre. E la ragazza che lo renderà padre è Elisa Mariani, una modella svizzera con cui aveva avuto un flirt nel 2007 e con la quale è tornato da un anno. E merito suo se lo storico protagonista di Uomini e donne ha messo la testa a posto. «Questo bimbo ci legherà a vita, comunque vada tra noi», racconta Costantino.

Famoso come sex symbol ma anche per il suo caratterino vivace, col tempo Vitaglia-no non sembra affatto essersi ammorbidito, tanto che continua a sparare a zero su coloro che fraintendono le sue parole. A cominciare da Maria De Filippi che, nel 2003, lo ha reso il ironista più famoso d’Italia.

Eppure, in una recente intervista, parlando del suo rapporto con la moglie di Maurizio Costanzo aveva dichiarato polemicamente: «Lei e io ci siamo usati a vicenda». Ma oggi torna sui suoi passi e a Nuovo spiega: «Quella frase non era un attacco alla signora della tivù».

C’è poi un altro equivoco di cui Costantino si ritiene vittima: riguarda la sua partecipazione a The Lady – L’amore sconosciuto, la serie per il web ideata e prodotta da Lory Del Santo in cui lui recita. «Lei prima ha detto che la mia era una piccola parte, poi mi ha fatto diventare protagonista! Mandano in onda solo le parti in cui ci sono io».

Non dovresti essere contento per questo?

«Non sono né felice né indispettito. Dico solo che io ho preso il compenso per aver lavorato una giornata. E lei, da vera professionista, è stata brava a ottimizzare la mia immagine usandola più volte. Del resto oggi le produzioni hanno spesso budget limitati».

Sappiamo pure che sei stato l’unico attore pagato del cast di The Lady: confermi?

«Io gratis non partecipo neanche come ospite in Tv. La mia immagine ha un valore!».

«Anche la De Filippi mi ha usato»

Con Lory vi siete chiariti?

«Io non ho nulla contro nessuno, anzi. Ogni volta che e-sce un articolo su di lei, sono il primo a scrivere sul mio profilo social: “Brava Lory, come al solito fai parlare di te!”».

Hai dichiarato di essere stato usato anche dalla conduttrice Maria De Filippi…

«Tutto viene travisato! In un’intervista radiofonica ho confermato quello che dico da tempo: in quegli anni sia io sia chi lavorava con me abbiamo preso la palla al balzo. Se Maurizio Costanzo e Maria De Filippi mi volevano sempre nei loro programmi è perché facevo ascolti. Ci siamo usati a vicenda, certo, ma in senso lavorativo».

Lei che cosa ti ha detto?

«Non la sento da una vita, ma credo che abbia dichiarato che io non sono pronto per faretelevisione. Accetto tutto. Se lei la pensa così, per me va bene. Sicuramente per anni abbiamo usato il piccolo schermo con la mia immagine e i frutti si sono visti».

«Oggi in Tv vestono tutti come me»

Che cosa funzionava nel periodo in cui eri ironista?

«Non c’era niente di costruito: io facevo me stesso».

Secondo te, oggi esiste un erede di Costantino?

«No, devono inventarsi qualcosa di nuovo. Sono anni che ci provano. Se mi guardo in giro, sono ancora tutti vestiti come me: tatuaggi, scollature, rosari… In quel momento tutto quello che avevo addosso dovevo venderlo, ero uno sponsor che camminava».

Come sei cambiato rispetto ai tempi in cui facevi Uomini e donnei

«Sono sempre stato schietto, uno che se ha qualcosa da dire lo fa senza problemi. E ho anche tanti sogni da realizzare: in alcuni casi ci sono riuscito, altri sto cercando di trasformarli in realtà adesso. Avere un figlio è sicuramente uno dei miei desideri più grandi».

Sarà maschio o femmina?

«Non lo sappiamo ancora. A dire il vero, avendo lavorato nel mondo televisivo per cosi tanti anni, l’idea di una femminuccia mi preoccupa un po’. A parte gli scherzi, qualsiasi cosa arriverà va bene».

Sei molto emozionato?

«Quando lei mi ha detto di essere incinta ho risposto: “Ottimo”. Non ho realizzato, in fondo è la donna che sente la vita crescere dentro. Io lo capirò quando mi diranno: “Vuoi entrare in sala parto?”».

E tu entrerai o no?

«Credo di sì, ma non riuscirò a guardare. Però le terrò la mano e mi farò insultare!».

«Quando litighiamo, lei fa le valigie»

Che tipo di padre sarai?

«Sarò sicuramente un papà moderno. Sarò attento, ma anche più impaurito rispetto a come lo era mio padre, perché so come gira il mondo».

Che cosa vorresti che il tuo bambino prendesse da te e che cosa invece dalla tua compagna Elisa?

«Da me la voglia di scoprire. Da lei tutto, tranne il carattere. Elisa ha il “trolley facile”: litighiamo e lei è già fuori casa con la valigia pronta!».

Per tenertela stretta dovrai portarla all’altare. Ci hai già pensato?

«Stiamo per avere un figlio. Vediamo come va e poi ne riparliamo».

Non credi nel matrimonio?

«Non penso che, per sentirsi unite, due persone abbiano bisogno del legame della chiesa. Anzi… Per me quello che unisce veramente è un figlio».

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi