Gigi Buffon e Ilaria D’Amico: Lei è il suo portafortuna e presto arriverà terzo figlio

Esordio più fortunato non poteva esserci. Ilaria D’Amico ha scelto come sua prima volta ufficiale da compagna di un calciatore (wags, per usare l’acronimo inglese che significa mogli e fidanzate ) la trasferta della Juventus a Madrid contro i “galattici” del Reai. Morale: il suo portiere del cuore, Gigi Buffon, ha calato la saracinesca e i bianconeri, pareggiando 1 -1, si sono qualificati per lafinale di Champions League contro il Barcellona. “Noi andiamo a Berlino [la sede della partita, il prossimo 6 giugno, ndr]”, ha scritto su Instagram Veronica Zimbaro, compagna del secondo portiere Marco Storari, postando la foto delle donne dei calciatori juventini in festa allo stadio Santiago Bernabeu. In mezzo a loro, felice, Ilaria.

Felice non solo per il risultato sportivo della squadra torinese (del resto, lei ha sempre tifato Lazio…), quanto per poter finalmente uscire allo scoperto con il suo uomo. Un anno esatto fa Gigi e la moglie Alena Seredova, madre dei due figli del capitano della Nazionale, varcavano la soglie del Tribunale per formalizzare la loro separazione. Da mesi, ormai, circolava la voce sulla storia dell’anno: Buffon e D’Amico. Il portierone campione del Mondo nel 2006 (proprio a Berlino) e la conduttrice sportiva di Sky. «Si è innamorato di un’altra, che ci posso fare?», allargava le braccia Alena, che oggi non nasconde il desiderio di avere, dopo i due maschi da Gigi, una femminuccia dal nuovo compagno, il top manager di casa Agnelli Alessandro Nasi. E “l’altra”, cioè Ilaria, a sua volta reduce da un sofferto distacco (con Timmobiliarista Rocco Attisani, padre del figlio Pietro) ha sofferto questa iniziale condizione di clandestinità, tanto che confiderà: «Vivo di sensi di colpa. 24 ore su 24. Per tutto. Per mio figlio, per mia madre, per mia sorella, per gli amici. Ci ho costruito la vita sui sensi di colpa».

Per non dire del possibile conflitto di interessi che il rapporto con un calciatore avrebbe potuto creare al suo lavoro di conduttrice di Sky Calcio Show. Tanto che, ha rivelato, «sono anche andata dal mio amministratore delegato e gli ho chiesto se potevo creare problemi». Nessun dubbio: tra Gigi e il programma sportivo avrebbe scelto il primo: «A quel punto decidi che balli il ballo che hai scelto,con tutti gli annessi e i connessi». Ma Sky le harinnovato la fiducia e, così, la D’Amico si trova tranquillamente a intervistare Buffon in Tv. Il segreto: immaginare che sia un giocatore come gli altri e non parlare mai di questioni sportive a casa. Come già succede in Spagna con Iker Casillas, numero 1 (ossia portiere) del Reai Madrid e della nazionale iberica, e la giornalista Sara Carbonero (ricordate il bacio in diretta ai Mondiali del 2010, vinti dalle Furie Rosse?).

Ma felice, Ilaria, potrebbe anche esserlo per un ulteriore motivo. Ancora più dolce. Nessuna conferma ufficiale, almeno per ora, ma le forme ultimamente apparse assai arrotondate della conduttrice fanno ipotizzare una cicogna in arrivo. Certo, è dalla scorsa estate che si grida al bebé in casa Buffon-D’Amico, ma stavolta gli indizi sono più concreti: dal décolleté lievitato alle bluse comode indossate fino ai pantaloni portati a bottone slacciato, come una certa qual distrazione (parlando di tennis su Sky, ha detto: «Federer-Djokovic, la finale più bella al Foro italico, indubbiamente il posto più bello dove giocare a calcio»). E, questa gravidanza, potrebbe essere il passo verso la felicità totale che Gigi ha recentemente dichiarato di cercare continuamente.

Purtroppo in Italia il concetto di gioco d’azzardo rimane tabù», le sue successive dichiarazioni, sulla cui condivisibilità ci sarebbe da discutere. «Si preferisce l’associazione triangolare gioco-dipendenza-rovina. Siamo un Paese democraticamente giovane, ma bigotto e bacchettone con il vizio del luogo comune». O come i guai economici che tuttora gli procura la Zucchi, la società tessile della quale è diventato azionista nel 2009 (oggi detiene il 56% del capitale) e la cui crisi gli sta costando milioni.

Ma, oggi, per Buffon la felicità è passeggiare in pieno giorno per Milano mano nella mano con la D’Amico. I due, causa gli impegni di lavoro e il ruolo di genitori, vivono un amore pendolare. Quando lui non gioca o non si allena, la raggiunge a Milano. Quando lei è libera dal piccolo schermo, prende il treno in direzione inversa e va a Torino, nella casa in collina che il portiere ha preso dopo la separazione dalla Seredova. Le presentazioni con i rispettivi figli -Louis Thomas e Davide Lee da una parte, Pietro dall’altra – sono state fatte da tempo e la famiglia allargata funziona.

I rapporti con i loro due grandi ex, la Seredova e Attisani, sono ottimi. «Alena, in un momento molto delicato in cui bastava niente per crearmi difficoltà sul piano mediatico, si è comportata da donna con incredibile dignità», ha ammesso Buffon. «Ha messo davanti amore per famiglia e figli che non il proprio ego. La ringrazierò per sempre». La D’Amico, da parte sua, e la nuova compagna di Rocco, l’imprendi-trice Maria Cecilia Andretta, sono unite dal sostegno alla stessa associazione benefica, Oxfam. Insomma, Gigi il suo personalissimo trofeo l’ha già vinto e si chiama Ilaria. Che, a scanso di equivoci, lo juventino si porterà sotto il cielo di Berlino. Talismano bianconero.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi