Fabrizio Frizzi: Grazie alle sue donne vive una seconda giovinezza

Quando è lontano dalla Tv, Fabrizio Frizzi è un papà e un marito esemplare. Lo dimostra ogni giorno. Adora andare al parco insieme alla moglie Carlotta Mantovan, sposata il 4 ottobre 2014 a Roma, per giocare con la loro piccola Stella, che ha compiuto due anni il 3 maggio.

«Sono un padre un po’ geloso»

Frizzi rivela a Nuovo di essere un padre molto innamorato, ma anche un po’ geloso. «Non lo nego», conferma. «Soprattutto se penso a quando Stella crescerà…». Aggiunge il presentatore romano: «So che la mia cucciola, in futuro, dovrà per forza percorrere la sua strada. Quindi cerco di prepararmi mentalmente a-gli inevitabili distacchi che ci saranno nel corso della nostra vita. Però, lo ammetto: quando ci penso, mi commuovo».

Di certo Fabrizio, se si tratta di giocare con la sua bambina, ha energie da vendere. Eppure il lavoro lo sta impegnando molto, tra le prove per il gioco e-stivo di Raiuno Gli italiani hanno sempre ragione, in onda a fine giugno, e quelle per La posta del cuore, che condurrà in coppia con l’ex moglie Rita Dalla Chiesa dal 15 giugno, sempre sulla prima rete Rai. «E pensare», fa notare, «che il 15 giugno è anche la data del mio primo matrimonio, quello con Rita! La scelta di questa data è stata casuale, voluta dalla Rai, ma non posso fare a meno di ricordare a quale momento sia legata. Sono felice di tornare in Tv proprio con la mia ex moglie».

Hai fatto tu il nome di Rita alla produzione. Come mai l’hai voluta al tuo fianco?

«Perché è una bravissima professionista. E poi perché secondo me era la più adatta per dare consigli in questa rubrica quotidiana, che si occupa di problemi sentimentali. Tra me e lei c’è ancora una complicità straordinaria, in fondo abbiamo condiviso sedici anni di vita prima che le nostre strade si dividessero. Ci rimangono ricordi bellissimi, perché le cose positive non passano mai».

Molte coppie, dopo essersi lasciate, hanno cattivi rapporti. Tu e Rita, invece, siete un esempio di armonia…

«Affermare che siamo un e-sempio forse è un parolone! Diciamo che siamo una testimonianza del fatto che è un peccato buttare via ciò che c’è di buono nei rapporti che finiscono. Io e Rita abbiamo creato una base di affetto e di rispetto reciproco, che porteremo sempre con noi».

«Il confronto serve per crescere»

Vi hanno paragonati a un’altra coppia di ex famosi, Albano Carrisi e Romina Power. Loro, però, non sembrano avere questo rapporto così idilliaco…

«Non lo so. Ma un fatto è certo: mentre Albano e Romina devono semplicemente cantare brani già interpretati altre volte, io e Rita dobbiamo misurarci con le storie che di volta in volta illustreremo nella trasmissione e trovare un nuovo equilibrio. Grazie al legame che c’è tra di noi, non dovremmo avere difficoltà».

Nella tua vita tutto gira intorno all’elemento femminile: una figlia, una moglie e una ex moglie. Che cosa ti insegnano le donne?

«Mi completano, giorno dopo giorno. Perché, rispetto agli uomini, hanno una marcia in più, una lucidità e una consapevolezza inimmaginabili. E ti fanno capire come affrontare la vita e il rapporto con gli altri con grande sensibilità. Insomma, creano sempre un confronto inevitabile e anche necessario per crescere».

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi