Omicidio in diretta mentre rapinava una donna incinta in Brasile

ATTENZIONE IL VIDEO MOSTRA SCENE MOLTO CRUDE LA VISIONE SI CONSIGLIA SOLO AD UN PUBBLICO MAGGIORENNE E CONSAPEVOLE.

L’uomo muore lentamente sulla strada dopo essere stato colpito mentre cercava di rapinare una donna incinta in Brasile.
L’uomo è stato colpito dalle vittime marito (un poliziotto) durante il tentativo di rubare il suo cellulare in un negozio.

Esprimi il tuo pensiero nella zona sottostante adibita ai commenti perchè il tuo pensiero conta tanto.

Ti vogliamo ringraziare per la tua visita e ti auguriamo una buona visione dei nostri fantastici ed esclusivi video. Aiutaci a passare parola parlando del sito con i tuoi amici: questo ci permetterà di continuare il costante lavoro che facciamo ogni giorno per te.

Redazione

6 pensieri su “Omicidio in diretta mentre rapinava una donna incinta in Brasile

  1. Takilon

    Ma i soccorsi d’overano?Tutti quegli animali intorno a fare foto.Io sono il primo ad essere contro furti rapine poi finite male e sono anche per la pena di morte ma non per un cellulare.È stata agghiacciante l’indifferenza di quei bastardi indifferenti davanti un poveretto che…MORIVA@

  2. Gaspare

    Ma in che mondo di merda viviamo per un cellulare togli la vita a un essere umano anche se reo di un furto? Pazzesco, mi rifiuto di fare parte di una società così maledettamente crudele, non puoi togliere la vita per così poco.ancora più brutto e più pazzesco che la gente invece di prestare soccorso e’ lì che riprende come se nulla fosse. Mi chiedo dove diavolo sta andando la nostra società cosa diamine stiamo diventando??? no io non voglio fare parte di questo mondo insensibile ma che umanità di merda è mai questa??????sono veramente sconvolto senza parole per ciò che i miei occhi hanno visto. spero che la giustizia brasiliana arresti il marito per omicidio. No puoi farti giustizia uccidendo un ragazzo per un fottuto cellulare gran pezzo di merda.

    1. Barabba

      Certo però se ammazza lui la moglie e il feto, per un fottuto cellulare di merda, oh è stato un incidente, povera donna.
      Lo schifo è vedere e sottolineo vedere un filmato così.
      Non per la causa, ma per l’indifferenza della gente che indegnamente non soccorre e fotografa.
      Se non vedi non percepisci.
      E le vittime non sono mai filmate.
      Pensa fosse tua moglie, incinta, sgozzata per uno scippo, per una collana o un cellulare.
      Quella merd@ non ha rispetto e non merita rispetto.
      Non lo ammazzeresti atrocemente?
      Si? Ti capisco.
      No? Tira fuori le palle.
      Tutto questo è eccessivo, ma non capita nulla se non te le vai a cercare.
      E meno male che ogni tanto qualcuno riesce a difendersi.

  3. sami

    Io penso che nessun essere meriti una fine così fredda e meschina, per nessuna raggione anche nelle peggio. Ma e ciò che succede tutti i giorni. Il vero documentario non è quello di un delinquente che ha avuto quello che si meritava (perche vi sembrerà strano ma molti ignoranti la pensano così), ma della massa che finalmente riesce a vedersi uno spettacolo,pur schifoso ma reale, dal vivo. E quindi riprendono il fatto perche e più importante di un Ragazzo che sta affogando nel suo stesso sangue e mentre alza la mano per chiede soccorso…aiuto…o forse perdono per ciò che ha fatto non li viene nessuno incontro, lo deridono cone se la fosse fatta addosso…una volta si sentivano donne urlare in drammi simili mentre ora allungano il braccio per fare un vel primopiano e se ne vanno…quella teoia e qulla che mi ha fatto schifo più di tutti.
    @mentinformatiche penso sia opportuno almeno mettere un AVVISO CONTENUTO GRAFICO quando impostate materiale simile. Grazie

  4. alessio

    ha fatto la giusta fine che si è meritato. dovrebbero fare tutti questa fine coloro che rubano e ammazzano. tutti.io farei vedere il video alla sua mamma dicendogli guarda che bella fine ha fatto quel pezzo di merd. di tuo figlio …chi sbaglia deve pagare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi