Samsung Galaxy S6 e S6 Edge: Sono superlativi proprio in tutto?

Per Samsung, le nuove ammiraglie Galaxy sono un rischio: infatti l’azienda coreana con l’S6 e S6 Edge, ha abbandonato completamente il design in plastica e l’espandibilità della memoria. Samsung, al pari di Apple, punta ora su un’estetica di pregio e su prezzi elevati. Le probabilità di successo di questa strategia, dipenderanno soprattutto dalla qualità tecnologica. Il test cercherà di fare luce.

Sostituzione batterìa solo per esperti

L’impossibilità di non potere più aprire l’elegante scocca in metallo e vetro dell’S6, sarà uno choc per numerosi fan del Galaxy. A parte il prezzo elevato, chi acquista il modello da 64 GB o addirittura 128 GB, viene però a godere anche di vantaggi: la memoria interna è più veloce e può essere sfruttata totalmente per le App. Rimane però sempre un problema: la batteria. Samsung, per questo inconveniente, fornisce istruzioni all’utente su come potere aprire il case con l’ausilio di un phon e di un cacciavite, per sostituire la batteria. Purtroppo però, anche i nostri esperti, al primo tentativo, hanno infranto il display. Si rende quindi necessario l’intervento del servizio manutenzione di Samsung, ma non è dato sapere il costo per la sostituzione.

Display: nitidissimo e ultraluminoso

Il display Super AMOLED di entrambe le varianti S6 offre colori intensi e un contrasto elevato. Il modello da 5,1 pollici è ampio quanto quello dell’S5 e, grazie alla risoluzione di 2560 x 1440 pixel, si rivela estremamente nitido (577 ppi) anche se, nell’uso pratico, è difficilmente riconoscibile la sua differenza con il display Full HD dell’S5. Con la luce solare estiva è molto apprezzabile la luminosità dello schermo dell’Só Ed-ge, pari a 763 Candela al metro quadro (S6: 728 cd/m2), che lo rendono il display di smartphone più luminoso, tra tutti quelli testati fino ad oggi. La peculiarità più sorprendente dell’S6 Edge sono i bordi incurvati dello schermo. Gli sfioramenti sul touchscreen sono molto più agevoli da eseguire non essendo presenti parti spigolose, a differenza del Note Edge, dove invece gli spigoli non si rivelano pratici come area extra del display per eseguire accessi veloci, ma solo per visualizzare le news o l’indicazione dell’ora al buio.

Hardware, fotocamera e CPU

Grazie al processore octa-core Exynos 7420 di Samsung, entrambi i dispositivi sono molto veloci. È possibile scorrere i menu sul display con estrema facilità. Il videoediting però, si rivela un po’ più lento rispetto al Galaxy S5. Con luce diurna, la nuova fotocamera è invece migliore del modello precedente. Sono stati convincenti anche i video al rallentatore o con risoluzione 4K. Con l’S6 però, le immagini scattate con luce scarsa, offrono una qualità inferiore. Le foto di prova sono risultate decisamente più luminose rispetto a quelle dell’S5 ma, pur apparendo fantastiche sul display dello smartphone, mancano di dettagli.

Samsung rimane ancora lo smartphone da battere?

Sì: malgrado voti ottimi in quasi tutti i comparti, non mancano però punti deboli. Nel corso del test, infatti, la batteria si è esaurita un’ora prima dell’S5 e altri modelli al top, come iPhone 6 Plus e Nokia Lumia 930 offrono fotocamere migliori. Per il Galaxy S7 c’è ancora spazio per migliorare.

CONCLUSIONI

Materiali di gran pregio, un’eccezionale sensibilità al tatto, uno schermo luminoso e ultranitido nonché un processore veloce, contraddistinguono entrambi i Galaxy S6. Grazie al suo display curvo, l’S6 Edge si rivela fantastico. Entrambi i modelli S6 sono schizzati al vertice della lista dei migliori smartphone redatta da noi: grazie alla sua batteria leggermente più potente, l’S6 Edge ha conquistato il primo posto e la vittoria, mentre invece l’S6 si è posizionato al secondo posto.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi