WhatsApp vietato ai minori di 16 anni, tutto quello che non sapete

E’ risaputo che anche nel mondo della tecnologia alcune applicazioni e servizi hanno dei limiti o meglio dei divieti che però non sempre vengono rispettati forse perchè nella maggior parte dei casi non si conoscono.

Così è il caso per esempio dei vari social network per i quali bisogna aver compiuto la maggiore età per poter registrarsi e creare dunque un profilo. Oggi vi segnaliamo, che anche l’applicazione di messaggistica istantanea più diffusa al mondo, ovvero WhatsApp pone dei limiti e dei divieti che anche in questo caso forse in tanti non conoscono.

Stando a quanto emerso, l’applicazione sarebbe vietata ai ragazzi di età inferiore ai 16 anni. Sostanzialmente è questo quanto emerge dal regolamento WhatsApp che viene condiviso nel momento in cui ci si appresta alla registrazione e nello specifico si legge quanto segue:“Proteggere la privacy dei bambini è particolarmente importante. Per questo motivo, WhatsApp non raccoglie né conserva dati personali o informazioni riconducibili a persone sul sito di WhatsApp o sui servizi di WhatsApp da persone sotto i 16 anni di età, e nessuna parte del servizio WhatsApp è diretto o destinato ad essere utilizzato da persone sotto i 16. Se hai meno di 16 anni, quindi si prega di non utilizzare il Servizio WhatsApp in qualsiasi momento e in qualsiasi modo”.

Secondo però un sondaggio i cui risultati sono stati diffusi proprio nei giorni scorsi, circa il 70 per cento dei ragazzi di età inferiore ai 16 anni utilizza l’applicazione tutti i giorni. Altro dato emerso risulta quello secondo cui spesso nel momento in cui viene effettuata la registrazione i Termini e le condizioni non vengono quasi mai letti, una cosa sbagliatissima perchè una lettura anche molto veloce è sempre consigliabile.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi