Kate Middleton: Per George e Charlotte, scatta il gioco delle somiglianze

Avevano detto che fino al battesimo non ci sarebbero state altre foto della loro piccola principessa, ma poi William e Kate hanno cambiato idea. E d’altra parte era difficile resistere alla tentazione, e all’orgoglio genitoriale, di mostrare che spettacolo di figli sono George e Charlotte, di condividere una gioia così umana e “normale”. Specie da parte di chi ha fatto della normalità la sua cifra e la sua strategia di marketing.

Eccoli il re che verrà, chissà quando, e la sorellina neonata, solo loro due su un divano di Anmer Hall davanti all’obiettivo di mamma Kate, che per l’occasione ha rispolverato l’antica passione per la fotografia. Pochi scatti in cui George studia Charlotte, poi guarda in camera, infine bacia le gote della piccina, probabilmente su esplicito invito dei genitori, replay identico dell’immagine che Elisabetta II rese pubblica per presentare la secondogenita Anna. Ulteriore ideale omaggio a nonno Carlo, che a quanto pare però si sta godendo poco i nipoti, saldamente tra le braccia della consuocera Carole Middleton, piazzatasi armi e bagagli a casa della figlia per aiutarla con gli infanti.

Segno dei tempi che cambiano – no alle imbalsamate tate di corte, sì alle cure borghesi della nonna – come pure inedito è lo strumento scelto dai duchi di Cambridge per divulgare i nuovi ritratti di famiglia: anziché optare per i canali più ufficiali, William e Kate hanno postato le foto sul loro account Twitter mettendole così a disposizione di chiunque. Un modo per ringraziare i milioni di followers che seguono le vicissitudini dei giovani Windsor, followers che pochi minuti dopo aver goduto del tenerissimo abbraccio fraterno si sono ritrovati testimoni di un vero e proprio giallo che ha appassionato per qualche ora le cronache da tabloid. Sul profilo ducale è infatti comparso un messaggio incomprensibile, una sequenza di lettere e cifre totalmente nonsense cancellato solo dopo mezz’ora. Se inizialmente si è temuto l’attacco di un hacker ai sistemi informatici di palazzo, qualcuno ha poi sussurrato la bizzarra verità: a comporre e inviare l’assurdo messaggio ai sudditi sarebbe stato baby George mentre giocava con l’iPad di mamma. Quel che si dice un tweet storico…

Come storico sarà il battesimo di Charlotte, fissato per il 5 luglio. Non per la pompa magna – ancorché celebrata dall’arcivescovo di Canterbury, il capo spirituale della Chiesa anglicana, la cerimonia avrà carattere privato – ma per via di un dettaglio non da poco: la principessa riceverà il sacramento nella stessa basilica dove nonna Diana, di cui la piccola porta il nome dopo Charlotte ed Elizabeth, fu battezzata. Una scelta altamente simbolica nel solco della memoria. E di quella popolarità che William e Kate sono così abili a percorrere.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi