Google Tone: Facciamo parlare i computer tra di loro

Decifrare un suono per un computer è facilissimo. E se con il programma adatto è in grado di riconoscere una canzone, perché non dovrebbe usare il suono per comunicare con altri PC? Deve essere questo che hanno pensato gli sviluppatori di Google quando si sono messi a lavorare sul progetto di Google Tone Si tratta di un’estensione per il programma di navigazione su Internet Chrome che permette ai computer di comunicare tra loro utilizzando dei suoni. Per il momento le funzionalità a disposizione si limitano all’invio di indirizzi Internet che vengono Visualizzati contemporaneamente dai computer nella stessa stanza. In futuro, però, questo particolare uso dell’audio potrebbe aprire molte nuove opportunità.

Installazione facile

Per avere Google Txie è sufficiente aprire le lirpostazioni di Chrome. seleziorare la voce Estensioni e scorrere l’elenco fino a fare clic sj Prova altre estensioni. Nella finestra che si apre inseriamo ‘Google Tone” come chiave di ricerca e facciamo cbc su Aggiungi per installarlo sul nostro computer. A questo punto vediamo l’icona di Google Tone nella barra superiore destra dal browser: ha la forma di un altoparlante. Possiamo attivare e disattivare a nostro piacimento l’estensione usando i comandi contestuali attraverso un clic sul tasto destro del mouse.

Che cosa serve

Google Ione utilizza gli altoparlanti e il microfono del computer per consentire la comunicazione tra macchine che si trovano nella stessa stanza o sono collegate acusticamente m altro modo, per esempio attraverso il telefono. Cosi fa m modo che i dispositivi possano scambiarsi collegamenti Internet in maniera facile e veloce. Affinché l’estensione funzioni, è necessario che tutti i computer coinvolti nel circuito di Google Tone abbiano un microfono per ‘ascoltare” i I messaggio sonoro e che almeno uno di essi sia dotato di altoparlanti.

Come funziona

Usare Google Tone per condividere un collegamento Internet è semplicissimo. Prima di tutto apriamo il sito Web che vogliamo condividere. Poi. facciamo clic sull’icona di Google Tone. Il nostro computer rlpro-dunà un segnale sonoro in codice che gli altri PC saranno in grado di comprendere Sui computer a ‘portata di suono’ comparirà un invito ad aprire il collegamento. nel messaggio sarà indicato chiaramente anche l’account di chi ha inviato il link. Per aprire il collegamento non dobbiamo fare altro che cliccare sul messaggio di Google Tone.

Qualche difetto

Come tutte le nuove estensioni rilasciate da Google. anche Google Tone ha qualche difetto che verrà probabilmente corretto in futuro. Tra i più evidenti, il fatto che. quando lo attiviamo, interferisce con la regolazione del volume del computer. In pratica, quando Tone è attiva la scheda audio abbassa automaticamente il volume Un problema secondano, che può però creare qualche fastidio se stiamo ascoltando musica o guardando un film. É molto probabile che nelle prossime versioni dell’estensione il problema venga risolto e che potremo quindi mantenere attiva Google Tone anche mentre stiamo utlizzando i PC per riprodurre contenuti audio.

I rischi per la sicurezza

Come qualsiasi strumento di comunicazione che permette di inviare un collegamento Internet. Google Tore potrebbe essere utilizzato per diffondere virus e mahvare. .a maggior parte dei virus, d’altra parte, sfruttano ormai semplici col-legamenti Internet. In teoria, quindi, un malintenzionato potrebbe utilizzale Google Tone per indurci a visitare un indirizzo Internet che contiene un virus semplicemente riproducendo il segnale acustico di Google Tone vicino al microfono del nostro computer, o magari in un file audio allegato a un messaggio. La procedura introdotta da Google per la sua nuova estensione, però, permette di tenere sotto controllo le comunicazioni con una certa efficacia. In definitiva, è sufficiente non accettare gli inviti che arrivano da account che non conosciamo. Una regola che dovremmo seguire anche quando usiamo altri strumenti di comunicazione simili, come la Chat di Facebook o programmi come Skype che permettono di inviare collegamenti Web.

I possibili sviluppi

Oggi Google Tone può servire al massimo per comunicare con chi lavora con noi nella stessa stanza, ma in futuro le sue applicazioni potrebbero coinvolgere altri strumenti di comunicazione. Pensiamo per esempio alla radio o alla TV. che potrebbero inviarci un col-legamento attraverso l’audio. L’unico limite, alla fine, è la fantasia degli sviluppatori.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi