Windows 10 sarà l’ultimo Windows

Ormai è ufficiale: dal prossimo 29 luglio tutti gli utenti di Windows 7 e 8.1 potranno installare Windows 10 come aggiornamento gratuito. L’importante update sarà distribuito in 190 Paesi contemporaneamente e gli utenti avranno un anno di tempo (a partire proprio dal 29 luglio) per scaricarlo gratuitamente e usufruire di tutti gli aggiornamenti all’ultima versione, disponibili per tutta la durata del ciclo di vita del dispositivo.

Più che la data ufficiale di rilascio, però, la vera notizia è che Windows 10 sarà l’ultima versione del sistema operativo. In questo modo si completa la rivoluzione interna avviata circa un anno fa con l’insediamento del nuovo CEO Satya Nadella che culminerà proprio con il rilascio di Windows 10 come sistema operativo unico per tutte le piattaforme hardware, sia desktop sia mobile.

Finora, Microsoft ha solitamente rilasciato nuove major release del suo sistema operativo, con cadenze ben precise, caratterizzate da nomi diversi tra loro. Con Windows 10, le cose sono destinate a cambiare. Jerry Nixon di Microsoft ha infatti reso noto che Windows 10 sarà l’ultima versione di Windows. In pratica, il sistema è costruito per essere costantemente aggiornato. Non sarà più un OS, bensì un servizio.

Separando numerose delle principali funzionalità del sistema all’interno delle nuove applicazioni universali, Microsoft è ora in grado di intervenire velocemente per apportare modifiche. Il cambiamento è epocale. Con questo cambio, gli utenti non dovranno più preoccuparsi di quale versione di Windows dispongono, avendo a disposizione un sistema operativo sempre aggiornato con le ultime novità. Resta da capire come Microsoft intenda monetizzare il nuovo Windows, come servizio, o se verranno applicati prezzi per eseguire l’update a Windows 10 alla fine del primo anno, termine entro il quale, come è noto, l’aggiornamento alla nuova piattaforma è gratuito.

Intanto, la casa di Redmond ha ribadito anche di non avere alcuna intenzione di fornire upgrade gratuiti a Windows 10 per le copie pirata del suo sistema operativo, anche se sono previsti vantaggiosi piani di aggiornamento. La dichiarazione non stupisce più di tanto, se non si considerano le affermazioni di Terry Myerson durante la conferenza WinHE che avevano invece lasciato presupporre una cosa diversa, ovvero la concessione dell’upgrade gratuito.

Gli utenti in possesso di una copia non originale di Windows non potranno ricevere l’upgrade gratuito a Windows 10. Quando Microsoft non sarà in grado di verificare con certezza se il sistema operativo sia correttamente licenziato, verrà implementato automaticamente un watermark sul desktop dell’utente per informarlo delle irregolarità. L’uso delle copie non licenziate è anche pericoloso poiché, non potendo essere aggiornate, c’è un maggiore rischio di incappare in worm, frodi ed in tutti i problemi di sicurezza oggi diffusi in Rete.

Windows 10 gratis anche se reinstalli

Come abbiamo visto, dal prossimo 29 luglio potremo scaricare e installare gratuitamente il nuovo Windows 10 a patto di possedere una copia originale di Windows 7,8 e 8.1. Ma cosa succede qualora dovessimo formattare il nostro hard disk? Semplicemente, potremo reinstallare di nuovo il sistema operativo! A darne conferma è stato Gabriel Aul, uno dei generai manager del colosso di Redmond, che direttamente dal suo profilo Twitter ha risposto ad un altro utente che chiedeva spiegazioni in merito. Da quel che dice il responsabile Microsoft: “uno volta effettuato l’aggiornamento gratuito a Windows 10 potrai reinstallare Windows 10 sulla stessa macchina in qualsiasi momento”.

Stando a questa dichiarazione, quindi, in seguito ad una formattazione dell’hard disk potremo reinstallare da zero il sistema operativo senza alcuna limitazione. In un tweet successivo, inoltre, lo stesso Aul ha lasciato intendere che l’installazione di Windows 10 potrà avvenire oltre che come aggiornamento da una precedente versione del sistema operativo, anche utilizzando una normale immagine ISO. Appena avremo la possibilità di provare Windows 10 faremo tutte le prove del caso e vi terremo aggiornati!

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi