Michelle Hunziker e Trussardi, la verità sulla loro crisi

Ed è proprio vero che al dolore del cuore non ci si abitua malie batoste arrivano sempre in qualche modo e quando meno te le aspetti. Vale per tutti senza distinzione, le immagini di un’accesa discussione in auto, in piena notte, con il marito Tomaso Trussardi, Michelle Hunziker scriveva su Instagram queste parole che hanno alimentato le voci di una crisi nella famiglia più felice d’Italia. Uno shock che lei ha poi voluto frenare così: «Sono ima persona normale.

Ho avuto uno sfogo come tanti. Il mio era dedicato a una mia amica che non attraversa un bel periodo…». Eppure, nei giorni scorsi, per la prima volta a casa Hunziker-Trussardi si è dovuto affrontare lo spettro della crisi, proprio alla vigilia della loro prima estate da marito e moglie. Siamo abituati a vederli sempre uniti, sorridenti, bellissimi: sono il ritratto della gioia, di chi ha tutto e non si accontenta perché non c’è un limite alla felicità. E “quindi qualsiasi scintilla può scatenare un incendio. Certo, non ci potremmo mai abituare a pensare a Michelle e Tomaso separati, però le normali difficoltà possono piombare anche nella famiglia più straordinaria. Così ecco che Michelle deve occuparsi di Celeste che ha solo tre mesi e di Sole che non ha nemmeno due anni ed è già scatenata, proprio mentre la figlia 18enne, Aurora, è in partenza per Londra dove per la prima volta vivrà da sola, lontana da casa.

Tutto mentre la Hunziker deve pensare anche al suo futuro professionale; a settembre tornerà su Canale 5 con Striscia la Notizia, ma proprio in questi giorni sta trattando con la rete altri programmi, ancora incerti. E poi d sono le notti d’estate, i pensieri e l’amore con Tomaso da coltivare ogni giorno. «È estate, si guarda l’orizzonte e si diventa un po’ più riflessivi», ha ammesso Michelle che però non rinuncia mai al suo ottimismo. «Se ti giri c’è sempre qualcosa o qualcuno di meraviglioso intorno a te per il quale andare avanti con determinazione e forza». Come una famiglia meravigliosa. E proprio con le loro bambine, Michelle e Tomaso hanno deciso di prendersi una pausa tutta per loro, per salvare l’amore. In un re-sort sul lago di Garda, nel cuore della riviera dei limoni, va in scena una vacanza che è più dolce di una luna di miele. «Non riusciamo a stare lontani dalle nostre bimbe», ha detto la conduttrice. «La felicità per me è il modo in cui affronti la vita nella totalità del suo cammino. È nel sorriso pieno e sdentato di un bebé, nel vento che ti accarezza la faccia mentre sorseggi un aperitivo in riva al mare in buona compagnia… Andiamo avanti tutti con forza ed energia!».

«Ma promesso… non lo chiameremo Tramonto o Crepuscolo», ci dice Michelle che assicura: «Non potrei essere più felice: ho tutto. Un lavoro che adoro, un uomo che amo e una famiglia meravigliosa»

Incantevole. Non ci sono molte altre parole adatte a descrivere Michelle Hunziker: bellissima è riduttivo, energica non rende affatto l’idea. Solare è dire poco. La conduttrice, moglie di Tomaso Trussardi e mamma di tre stupende “donnine” (come le chiama lei), è semplicemente incantevole. L’abbiamo incontrata a Eataly, in occasione del lancio della nuova campagna del formaggio Emmentaler Dop, di cui Michelle (nata e cresciuta in Svizzera nella Valle d’Emme) è la nuova testimonial. Sorride sempre: «Perché non potrei essere più felice!».

Cosa chiedere di più…

«Nulla, ho tutto ciò che desidero: un lavoro che adoro, un uomo che amo e una famiglia meravigliosa. Aurora ha compiuto 18 anni, è una ragazza autonoma e felice. Sole ha ormai un anno e mezzo, è vivace e allegra, corre di qua e di là tutto il giorno, Celeste cresce serenamente circondata da tanto affetto».

E se arrivasse un maschietto?

«Sarei molto felice. Mi piacerebbe avere un altro figlio e mi piacerebbe fosse maschio, dopo tre femmine. Ma non ho ancora “acceso i motori dell’utero”, come ha detto qualche tempo fa, facendomi ridere fino alle lacrime, Luciana Littizzetto. Vorrei aspettare un po’, godermi le bambine e dedicarmi al lavoro. Una cosa è certa: se mai arriverà un maschietto, non lo chiameremo Tramonto né Crepuscolo!». Tornerà a condurre Striscia? «Sì, certo, ma sono in cantiere anche due nuovi progetti. Con Mediaset stiamo lavorando alla puntata pilota di un nuovo programma, mentre l’altra novità riguarderà la tv tedesca». Anche questa volta, come dopo la nascita di Sole, è già pronta a tornare in tv. Si aspetta nuove critiche?

«Spero proprio di no. Quando sono tornata a condurre Striscia pochi giorni dopo la nascita di Sole sono stata accusata di lanciare un messaggio pericoloso per le donne, ma in realtà non avevo intenzione di comunicare proprio nulla. Semplicemente sono più fortunata di tante altre, perché ho un lavoro privilegiato, che non mi occupa otto ore al giorno e che può essere meglio conciliato con le esigenze di una famiglia. Mi sentivo bene, in forma, come mi sento anche ora, e ho deciso che potevo tornare. Non è un messaggio per nessuno, è una mia scelta. Ogni mamma sa come si sente e di quanto tempo ha bisogno. E credo che ognuna abbia diritto a fare le sue scelte senza essere giudicata».

Tutti i compiti in casa sono divisi fra lei e Tomaso?

«Certo. Quando entrambi i genitori lavorano, è giusto che ci sia un’equa distribuzione del lavoro domestico e della cura dei figli. Tomaso non si tira indietro, fa tutto. Se io cucino (e lo faccio spesso, perché mi piace), lui poi riordina. Se il peso è ripartito, è tutto più facile. Anche, e soprattutto, star dietro alle nostre donnine».

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi