Roma:carabinieri arrestano pusher immigrati, vengono accerchiati da altri 40 pusher

Nella giornata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante hanno arrestato sette persone originarie del Gambia con le accuse di concorso in oltraggio, minaccia, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, oltre a spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli arresti sono stati effettuati nella zona del Pigneto dove i carabinieri hanno dovuto respingere l’attacco di circa 40 pusher che praticamente li avevano accerchiati con il solo obiettivo di liberare “due colleghi”, i quali precedentemente erano stati fermati dagli agenti.

I fatti risalgono allo scorso 29 luglio proprio in via del Pigneto, dove, come già anticipato i Carabinieri avevano fermato due pusher del Gambia, sorpresi a vendere dosi di hashish ed eroina ad un “cliente”. Improvvisamente, i carabinieri sono stati accerchiati da una quarantina di immigrati presenti sul posto che hanno letteralmente aggredito i militari tentando così di liberare gli spacciatori fermati; si sono verificate delle vere e proprie scene di far west, ed a nulla è servito l’allontanamento degli agenti visto che gli immigrati hanno preso di mira anche i cittadini che intanto erano giunti sul posto per aiutare gli agenti.

A quel punto è stato necessario l’intervento di altre pattuglie di forze dell’ordine per disperdere la folla. Al termine della serata, sono stati arrestati 7 immigrati, ovvero i due pusher inizialmente bloccati ed altri cinque extracomunitari trovati anch’essi in possesso di dosi di hashish. I sette arrestati sono stati accompagnati in caserma, dove si trovano a disposizione dell’Autorità giudiziaria, in attesa di rito direttissimo.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi