Le Google Car rischiano di andare in tilt a causa dei comportamenti sconsiderati dei guidatori in carne e ossa

E’ ormai dal 2009 che il progetto di Google dedicato alle vetture che si guidano da sole è iniziato, e da allora sono state migliaia le miglia percorse negli USA, anche nel traffico cittadino, per testarne il funzionamento e capire cosa può essere ancora migliorato.

Ebbene, secondo alcune dichiarazioni rilasciate da Donald Norman, docente presso il Design Labdell’Università della California, il problema principale delle Google Car non dipende dalle stesse auto, ma dall’ambiente intorno che vede gli esseri umani agire, spesso e volentieri, non seguendo il codice della strada.

Secondo Norman, le Google Car dovrebbero imparare a diventare aggressive al momento giusto per adeguarsi al comportamento umano.

Non è un caso che nei vari incidenti che hanno coinvolto le auto della società, il responsabile sia stato il comportamento spesso e volentieri inadeguato e pericoloso degli altri guidatori.

Le Google Car, infatti, rispettano alla lettera il codice della strada, ma proprio questo porterebbe le vetture a non sapere come comportarsi quando le altre auto sulla strada non rispettano le regole. Ad esempio è già successo che le Google Car si siano fermate sulle strisce pedonali per consentire ad alcune persone di attraversare la strada, salvo poi essere tamponate da un’altra vettura.

O ancora è stato possibile vedere una Google Car ferma ad un incrocio in attesa di poter passare senza poterlo fare, a causa del fatto che gli altri guidatori non sono fermati per dare la precedenza ma hanno solo rallentato, impedendo all’algoritmo utilizzato dalle vetture di capire quando proseguire.

Tutti elementi che Google dovrà necessariamente considerare per ottimizzare la tecnologia utilizzata e consentire alle sue vetture di muoversi senza problemi nel traffico cittadino.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi