L’effetto Arcade sul mondo dell’iGaming: rivoluzione in vista

League_of_Legends_Showmatch_@Gamescom_2014_(14768148650)

Il mondo della tecnologia è in continua evoluzione e viaggia a ritmi pressoché insostenibili l’uomo digitale.

Social network, dispositivi portatili e applicazioni sono dei termini entrati di diritto nella nostra quotidianità, strumenti che stanno modificando in maniera radicale il nostro modo di essere.

Tra i settori tecnologici che sono maggiormente condizionati da questi ritmi e cambiamenti forsennati, spicca il segmento dell’iGaming, ovvero il segmento del gioco online. Le richieste esigenti di milioni e milioni di utenti che sfruttano smartphone, tablet e computer per giocare in Rete o da remoto, ha innescato una concorrenza acerrima tra i produttori di giochi, costringendo i creati e gli sviluppatori delle aziende a compiere dei salti mortali per creare giochi attraenti e per rispondere colpo su colpo ai competitors.

Una delle ultime novità del mercato viene dal gambling e dalla creazione da parte degli sviluppatori di forme ibride. Ma cosa sono i giochi ibridi? Si tratta di una tipologia di giochi che mescola le caratteristiche di un qualsiasi gioco di casinò (poker, blackjack, slot machine, roulette, etc.) a quelle di un classico gioco arcade, come potrebbe essere Mario Kart o (prendendo in riferimento i dispositivi portatili) Angry Birds. L’obiettivo di questa nuova corrente di pensiero tecnologica è quella di trasformare modalità di gioco passive, come quelle tipiche dei casinò, in modalità interattive capace di suscitare l’interesse di ogni singolo utente. La corrente di pensiero vede tra i suoi sostenitori Darion Lowenstein, brillante produttore di app e video games, intervistato recentemente dal quotidiano online GamblitGaming. Lowenstein sostiene che l’estremizzazione della gamifications del gambling online potrebbe essere la chiave per attrarre un maggior numero di giocatori nel target d’età tra i 18 e i 30 anni, e di conseguenza spingere il settore verso l’alto in termini di fidelizzazione e di bilanci.

Nell’ultimo lustro questa trasformazione ha fatto dei passi concreti, come possiamo constatare visitando le principale piattaforme di casinò online e scaricando sui nostri dispositivi portatili alcune delle app per casinò games con maggior richiamo nella rete. Diversi siti specializzati hanno introdotto tra le varie slot e roulette online contenute nelle loro pagine anche altre tipologie di giochi, ove sono presenti caratteristiche arcade, peculiarità che hanno fatto la fortuna dell’iGaming a cavallo tra il vecchio e il nuovo millennio. Anche gli operatori più qualificati hanno seguito tale approccio. Ad esempio, quando si gioca online con la roulette di 32Red è possibile imbattersi in bonus che esulano dalle modalità classiche del gioco e puntano maggiormente sull’abilità del giocatore a raggiungere determinati obiettivi. Analogo discorso vale per le poker room che emulano spesso in 3D le atmosfere e le caratteristiche dei casinò reali, e per le slot machine e videolottery che hanno inserito nel loro algoritmo dei livelli da sbloccare per passare ad un payback, ovvero tasso di pagamento, più alto.

Siamo solo agli inizi di questa fase di trasformazione, ma l’evoluzione arcade del gambling online potrebbe ulteriormente accrescere il bacino di appassionati, che in Italia sfiora i 4 milioni di utenti quotidiani. La versione 2.0 del gambling arcade è già attiva su diverse piattaforme inglese per mobile, ma presto potrebbe diffondersi a macchia d’olio anche nelle altre nazioni il cui gioco d’azzardo è regolamentato da un ente.

Le previsioni per il futuro sono rosee, in quanto i bilanci del gambling online sono crescenti in tutta Europa e negli Stati Uniti, dove la regolamentazione meno ferrea sta permettendo ad alcuni giochi simbolo come slot e poker di tornare ad essere disponibili sulla Rete dopo il cataclisma provocato dall’approvazione della UIGEA e dal successivo Black Friday. L’arcade sembra essere dalla parte del gambling, adesso sarà compito di legislatori e produttori accettare una sfida che potrebbe rivelarsi appassionante.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi