Con la Luiss Super App la vita universitaria è a portata di mano

Tutta la vita universitaria in uno smartphone. È questa in parole povere la principale novità introdotta dalla Luiss Super App, piattaforma che consentirà agli studenti di scoprire in tempo reale tutto quello che succede all’interno dell’ateneo romano. Dagli aggiornamenti sugli esami e sulla propria posizione amministrativa agli eventi da non perdere, dagli orari delle lezioni alla consultazione del menù della mensa, tutto passerà per la nuova application, scaricabile direttamente dagli store ufficiali Google Play e App Store dal primo ottobre.

Luiss Super App avrà anche funzionalità mai attivate finora, almeno a livello universitario. Seguendo l’esempio di Blablacar, che con i suoi 20 milioni di utenti è la più grande community di ride-sharing in Europa, nasce il servizio di Car Pooling per permettere la condivisione di posti auto per spostamenti urbani ed extra urbani. Gli studenti più distratti potranno invece beneficiare del sistema Lost&Found, che consentirà loro di poter comodamente rintracciare il quaderno o i libri dimenticati in classe. Ma non finisce qui: con un semplice “clic” si potrà anche conoscere l’affollamento delle aule studio, gestire i libri presi in prestito e accedere a tv o radio Luiss. D’ora in avanti sarà quindi possibile costruire il proprio “palinsesto della giornata” con funzioni e attività preferite per ottimizzare tempi, spostamenti e risorse.

Per il Direttore Generale della Luiss, Giovanni Lo Storto, si tratta di un servizio “che capovolge totalmente il paradigma e l’approccio dello studente verso l’Università. Il punto di forza è di trasformare quello che apparentemente è un portfolio di servizi in uno strumento di condivisione e socializzazione, contribuendo a rafforzare la dimensione digitale del campus”. Un concetto ribadito anche dal responsabile della società che si è occupata di sviluppare l’application: “Quello di oggi – racconta Gianluca Monteleone – è solo il primo passo. Con l’aiuto di tutti gli studenti, con i loro consigli, intendiamo aggiornare anno dopo anno il servizio offerto. Anche perché crediamo nella valenza etica del progetto: questa è una tecnologia che migliorerà le regole di convivenza all’interno dell’ateneo”. E il prossimo obiettivo è già stato individuato: rendere fruibili sul proprio smartphone tutti i pagamenti online.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi