Menlo Park, California (USA), 6 ottobre 2015 – Mark Zuckerberg, il numero uno di Facebook, ha annunciato che sta collaborando con un operatore satellitare francese, Eutelsat Communications, per fornire il proprio servizio wireless tramite Internet.org a prezzi accessibili, nelle grandi aree dell’Africa sub-sahariana entro la metà del 2016, affinché tutti possano permettersi l’accesso alla rete internet.

Con un messaggio sulla sua pagina del social network, Mark Zuckerberg ha annunciato ufficialmente il suo primo progetto, nell’ambito delle iniziative di Internet.org, per portare internet nel mondo direttamente dallo spazio. La sua società sta infatti collaborando con la Eutelsat per lanciare un satellite in orbita che collegherà milioni di persone ad internet.

L’infrastruttura di Internet.org comprende già droni e un sistema di comunicazione laser che sono ora in fase di test di laboratorio, ma questo è il primo progetto di Facebook per fornire l’accesso a Internet dallo spazio.

“Nel corso dell’ultimo anno facebook sta esplorando modi per usare aerei e satelliti, per l’accesso ad internet direttamente dal cielo. Collegare le persone che vivono in regioni remote, infrastrutture di connettività tradizionale è spesso difficile e inefficiente, quindi abbiamo bisogno di inventare nuove tecnologie”

scrive Zuckerberg.

Come parte di un accordo pluriennale, le due aziende stanno collaborando con il produttore satellitare israeliano “Spacecom” per utilizzare l’intera banda larga in uno dei prossimi satelliti.

Il nuovo satellite di cui si parla si chiama Amos-6 e fornirà copertura internet alle zone dell’Africa sub-sahariana. Amos-6 al momento è in costruzione e sarà lanciato nello spazio nel 2016 in un’orbita geostazionaria che coprirà ampie parti dell’ovest, est e sud Africa. Facebook sta collaborando anche con partner locali appartenenti a queste regioni per aiutare le comunità ad imparare ad accedere ai servizi forniti attraverso internet via satellite.

Questa è solo una delle grandi innovazioni a cui Facebook sta lavorando, spiega Mark Zuckerberg, per raggiungere gli obiettivi posti con Internet.org. La connettività cambierà la vita e le comunità.

“Abbiamo intenzione di continuare a lavorare per collegare il mondo intero, anche se questo significa guardare oltre il nostro pianeta”