Rojadirecta Juventus-Manchester City streaming gratis Live Tv Mediaset Premium

In cerca di un’altra svolta con il City, e non solo psicologica, dopo quella di settembre. A Manchester, oltre due mesi fa, la Juve si ritrova sull’orlo dell’inferno a stagione appena cominciata: sotto di 1-0 al 25’ del secondo tempo, con la Champions quindi già a rischio, dopo la partenza tremenda contro Udinese, Roma e Chievo che ha complicato il campionato. Può essere la fine di un ciclo.

Invece i bianconeri ribaltano il risultato all’Ethiad, riprendono coraggio e cominciano la rincorsa all’Europa (e alle fuggitive in Italia). Oggi, sempre contro gli inglesi, oltre alla qualificazione — che dipende anche dal Siviglia — Allegri può e deve chiedere una nuova svolta: chiudere il discorso ottavi per concentrarsi definitivamente, da qui a febbraio, sul campionato.

SORPASSO Allegri a Manchester sfrutta le debolezze del City, chiudendosi per ripartire in velocità, e confondendo tatticamente i rivali con un 43-3 «finto» che, in fase difensiva, si fa 4-5-1 molto elastico nel quale Morata parte, distruttivo, da sinistra. Pellegrini non ci capisce niente. Mandzukic firma l’1-1, lo spagnolo chiude i conti. Negli occhi dei bianconeri sfilano le immagini della scorsa stagione, Borussia Dortmund, Monaco e Real Madrid, fino alla finale. La svolta è mentale: la Juve c’è ancora.

Da quel momento è una squadra diversa. Non l’immagine della sicurezza — perde ancora due volte (Napoli e Sassuolo) e va in svantaggio in 5 occasioni su 13 —, ma almeno vince 7 partite, ne pareggia 4, sale dal 16° al 6° posto in classifica, esalta la crescita di Dybala e tiene il ritmo di Roma, Fiorentina e Inter (il Napoli no, va ancora troppo veloce).

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi