Diete, la top ten: in testa la Dash, contro ipertensione

Per chi ancora non ha scelto con che dieta cercare di perseguire i buoni propositi per il 2016 può essere utile una classifica che metta in fila almeno quelle principali. Il regime dietetico elaborato dalNational Heart, Lung, and Blood Institute di Bethesda (Maryland, USA) è ritenuto il più efficace dalla ricerca pubblicata sulle pagine dello US News & World Report.

Nell’analisi sono stati considerati parametri comel’efficacia a breve e lungo termine, la facilità, i possibili rischi e benefici per la salute e il costo. In definitiva, secondo gli ideatori della dieta, per poterla seguire facilmente basta consumare frutta, verdura, cereali integrali e latticini magri, mentre occorre evitare gli alimenti ipercalorici, i dolci e la carne. Dai punteggi assegnati a ciascuna dieta sono emerse otto classifiche parziali ed una ‘top ten’ globale. Ne è derivata una vera e propria classifica che può permettere a chiunque di valutarne pro e contro, fino a scegliere quella che più fa al caso proprio.

Si chiama Mind (Mediterranean-DASH Intervention for Neurodegenerative Delay), unisce ladieta mediterranea con la già citata Dash ed enfatizza i cibi che secondo la letteratura scientifica proteggono il cervello.

La dieta mediterranea condivide la quarta posizione con la dieta della fertilità, con quellaanticolesterolo e la Weight Watchers. Meno efficace però per la perdita di peso.

Molto più in basso la vegetariana e, addirittura la vegana: per loro, ripettivamente, tredicesimo e 21esimo posto.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News recenti

News più lette di oggi